Adesso non ci sono più dubbi: parole chiarissime su Berrettini

L’annuncio dai vertici del tennis italiano sul futuro di Matteo Berrettini. Il campione italiano ha vissuto un 2023 difficile e sfortunato.

Il 2023 per il tennis italiano resterà impresso come un anno da incorniciare. Infatti dopo una vita, ben 47 anni di attesa, la selezione azzurra maschile è riuscita a riportare a casa la Coppa Davis. Un trionfo ovviamente indirizzato dalla presenza straordinaria di Jannik Sinner, che nelle finali di Malaga ha dato un apporto a dir poco fondamentale, soprattutto nel superare Novak Djokovic e la Serbia in semifinale.

Berrettini, annuncio importante
L’annuncio sul futuro di Matteo Berrettini (Ansa) – Tshot.it

Se per il tennis azzurro in generale è dunque un’annata pazzesca, per uno dei suoi figli più prestigiosi e talentuosi si può dire l’esatto contrario. Matteo Berrettini ha vissuto mesi complicati e delicati, per via dei numerosi stop muscolari e fisici che ne hanno minato il ritorno ad alti livelli. Due infortuni gravi, quello prima ai muscoli addominali subito a Monte-Carlo, poi la lesione alla caviglia durante gli US Open.

In molti speravano di rivedere Berrettini in tempo per la Davis, ma il campione romano ha preferito decelerare il recupero per tornare al top nell’anno che verrà. Una speranza che è divenuta una promessa, secondo i vertici della Federazione tennis italiana.

Il presidente Binaghi: “Speriamo di recuperare Berrettini al top nel 2024”

A commentare brevemente la situazione di Matteo Berrettini ci ha pensato anche Angelo Binaghi. Ovvero il presidente della Federazione italiana tennis. Il numero uno di questo sport ha voluto dare parere ottimistico sul rientro del romano in campo, magari già dai primissimi tornei del 2024.

berrettini obiettivi 2024, rivelazione a sorpresa
Berrettini punta alla rinascita nel 2024 (Ansa) – Tshot.it

“In Italia abbiamo una generazione di ragazzi che tutto il mondo ci invidia. L’anno prossimo speriamo di recuperare Berrettini e Musetti, sarà l’anno di tutti”. Dunque la speranza è forte: Berrettini nei prossimi mesi dovrà dimostrare di non essere una meteora, bensì di meritare ancora la fiducia del movimento tennistico. Anche perché ad oggi è al 92° posto del ranking mondiale ATP e vuole senza dubbio tornare in piazzamenti migliori.

L’intenzione di Berrettini è dunque presentarsi al meglio già da inizio anno. Potrebbe partecipare alla United Cup, che si svolge ad inviti solitamente tra fine dicembre ed inizio gennaio, per poi magari trasferirsi direttamente in Oceania. Dove dal 15 gennaio partiranno gli Austrialian Open, il primo grande slam della stagione.

Nell’ultimo anno l’unico ricordo positivo di Berrettini risale al torneo di Wimbledon, specialità alla quale è adatto con le sue lunghe leve, quando fu sconfitto dal futuro vincitore Alcaraz ma non prima di aver dato segnali molto positivi. Peccato che dopo quell’exploit si sia dovuto fermare nuovamente.

Impostazioni privacy