Allarme Djokovic, sta rischiando tantissimo: “Fa male”

Novak Djokovic sta attraversando un momento particolarmente difficile sia dal punto di vista fisico che mentale: il suo infortunio preoccupa

Non è un periodo felice per Novak Djokovic. Il campione serbo si è reso protagonista di un 2023 davvero fantastico nel complesso, anche se l’annata non è terminata nel migliore dei modi. Nole è stato sconfitto in più di un’occasione da Jannik Sinner, il quale potrebbe riuscire a rubargli il primo posto nel ranking Atp mondiale nel 2024.

È allarme Djokovic per un infortunio
Djokovic, scatta l’allarme: ecco cosa sta succedendo (ANSA) – Tshot.it

La carta d’identità non è più dalla parte del 24 volte vincitore degli Slam, che il prossimo 22 maggio raggiungerà la soglia dei 37 anni di età. Il tennista di Belgrado ha ancora un po’ di carburante all’interno del suo corpo, ma la sensazione è che l’inizio del declino si stia avvicinando sempre di più. Tant’è che il rivale Alex De Minaur lo ha sconfitto in due set (6-4, 6-4) in United Cup.

Questo è un ko abbastanza pesante, che lato De Minaur può essere considerato una vera e propria impresa. Djokovic, infatti, non perdeva una partita in terra australiana da ben sei anni. Il riferimento, in tal senso, è al 2018, quando ad avere la meglio su Nole fu Hyeon Chung.

Il talento classe ’99 ha interrotto una striscia di 43 successi consecutivi in Australia. Per carità, nello sport in generale neanche una leggenda vivente come Djokovic può vincere sempre, però il match in argomento desta inevitabilmente qualche preoccupazione. E c’è una motivazione legata anche alla condizione fisica.

The Djoker aveva rinunciato al doppio misto contro la Repubblica Ceca a causa di un fastidio al polso e pure contro l’australiano ha dovuto fare i conti con evidenti problemi al polso destro. Non a caso, è stato necessario l’intervento del fisioterapista. Inoltre, registriamo una frase allarmante uscita dalla bocca del fenomeno serbo: “Più gioco, più mi fa male“.

Djokovic, il polso preoccupa. Interviene Kyrgios: “Ora basta”

Tra meno di due settimane, precisamente il 14 gennaio, partirà l’Australian Open, di conseguenza l’asticella dell’ansia si è alzata in maniera rilevante nelle ultime ore e non potrebbe essere altrimenti. Nei prossimi giorni bisognerà capire quanto sia grave realmente l’infortunio di Djokovic, che spera in una ripresa lampo.

È allarme Djokovic per un infortunio
Sale l’ansia per il polso di Djokovic: Australian Open a rischio (Lapresse) – Tshot.it

Nick Kyrgios, giocatore con cui il rapporto è diventato molto forte da qualche anno a questa parte, è intervenuto sui social in difesa del collega e amico di Belgrado. “Il cambio di palle ogni settimana ha colpito il polso di Nole. L’Atp deve fare qualcosa per risolvere il problema, perché i tennisti soffrono continuamente“, ha dichiarato il connazionale di De Minaur.

Ora a Djokovic servono un po’ di riposo e un percorso di recupero curato nei minimi dettagli, sperando che tutto vada per il verso giusto. L’eventuale forfait di Nole potrebbe spianare la strada a Sinner all’Australian Open. Il 24 volte vincitore degli Slam si augura che ciò non accada.

Impostazioni privacy