“Calciatore pagliaccio”, il presidente attacca l’interista: ci saranno provvedimenti

Attacco frontale da parte del presidente, dopo l’ultima partita giocata dall’Inter, nella giornata di campionato appena terminata.

Parla degli errori arbitrali il presidente, per quanto si è visto in Inter-Genoa, ma l’attacco è diretto al giocatore in questione sul quale, adesso, si prenderanno provvedimenti. Perché è attesa una risposta da parte dell’Inter che quasi sicuramente prenderà posizione, pubblicando un comunicato ufficiale di risposta o prendendo voce quando verrà interpellata dalle domande che sarà quasi certo, che arriveranno, alla prima occasione pubblica in casa nerazzurra.

"Calciatore pagliaccio", scoppia la polemica in casa Inter
Barella Lautaro Calhanoglu – tShot (La Presse)

Gravi affermazioni quelle del presidente, secondo quanto annunciato quest’oggi in radio e a 24 ore di distanza dai fatti accaduti a San Siro, ai danni della sua squadra, secondo quanto annunciato dallo stesso presidente Zangrillo.

“Calciatore pagliaccio”: la partita non è ancora finita, seguono polemiche

Seguono polemiche a causa degli errori arbitrali nell’ultima giornata di campionato, che si è conclusa nella serata di lunedì, con la partita giocata – non senza polemiche, appunto – tra Inter-Genoa.

A prendere voce è il presidente del Genoa che non ha usato mezzi termini, parlando di quel che è successo sul calcio di rigore fischiato a favore dell’Inter, dopo l’intervento in scivolata di Frendrup.

Non parla di errori arbitrali, ma degli stessi arbitri che si lasciano condizionare da “calciatori pagliacci”. Il riferimento è, ovviamente, a Nicolò Barella, considerando che è lui il protagonista di quella che viene definita come “piroetta” dallo stesso presidente, dopo il fallo in area di rigore di Frendrup, che non ci sarebbe per l’errore arbitrale che è stato confermato dall’AIA stessa, che avrebbe fermato il suo arbitro dopo l’ultima prestazione in Inter-Genoa.

Zangrillo dopo Inter-Genoa: il presidente attacca Barella

Quelle che seguono, sono le parole del presidente del Genoa, Alberto Zangrillo. Le sue parole sono un vero e proprio attacco a Nicolò Barella: “Gli arbitri fanno sicuramente un lavoro delicato, ma non sono neppure aiutati. Perché vengono tratti in inganno da calciatori, come abbiamo visto ieri, che fanno delle piroette come dei veri e propri pagliacci, fingendo un trauma inesistente”. Ha così parlato a Rai Radio 1, continuando con tono polemico, quando assistito ieri in Inter-Genoa“Poi vedi che c’è chi mima un trauma cranico quando ha preso una pedata nel cu*o, nei normali scontri di gioco. Vediamo queste cose tutte le domeniche in Serie A, non è bello. Poi noi abbiamo un allenatore che on sgambetta in panchina come un tarantolato, non importuna il quarto uomo perché appena si muove, viene ammonito o pure espulso”. 

Il presidente Zangrillo attacca Barella
Presidente Zangrillo – tShot (La Presse)

Le parole di Zangrillo su Inter-Genoa

Continua la sua polemica, Zangrillo, sulla quale non mancherà risposta dell’Inter o addirittura della Serie A: “Ignoro anche quanto è stato fatto al VAR, perché pare non abbiano mandato le immagini giuste. I calciatori del Genoa se simulano o fanno piroette inutili, vengono puniti. Questo non accade nelle squadre con grande blasone, e perché mai? Ieri si è visto, sotto gli occhi di tutti. Barella gioca nella Nazionale, ma se fa sette piroette perché Frendrup è educato e tranquillo, trae in inganno l’arbitro. Noi faremo delle considerazioni qualora dovesse essere confermato delle mancate immagini al VAR”. 

Il presidente Zangrillo attacca Barella senza freni
Zangrillo – tShot (La Presse)
Impostazioni privacy