Conte ha detto sì, destinazione a sorpresa

Antonio Conte è sempre più vicino a ritrovare una panchina per la prossima stagione: per lui sarebbe pronto un maxi ingaggio.

L’ex allenatore di Inter e Juventus non ha ancora svelato i propri piani per l’estate che verrà, ma in gran segreto fervono i preparativi per accoglierlo in grande stile. In Serie A c’è una favorita per accaparrarselo.

Conte, destinazione a sorpresa
Conte torna in panchina: destinazione a sorpresa (

Di Antonio Conte si sono perse un po’ le tracce nell’ultimo periodo, visto che per sua stessa ammissione non avrebbe accettato offerte a stagione in corso. Il tecnico leccese si è liberato lo scorso anno dal Tottenham è ha deciso di prendersi una piccola pausa, per stare di più con la sua famiglia e valutare con calma il futuro.

Nel frattempo, però, si sono affacciati alla sua porta diversi presidenti, che lo avrebbero voluto come salvatore della patria a campionato in corsa. In Italia avevano pensato a lui Napoli e Roma, così come il Manchester United e il Bayern Monaco a livello internazionale. Nulla si è concretizzato in questi mesi ma una pista in particolar modo sembra essere ancora molto calda. Stiamo parlando del club di De Laurentiis e della volontà del presidente di ricostruire un ciclo vincente dopo aver chiuso l’esperienza con Spalletti con lo Scudetto.

Conte sempre più vicino al Napoli: De Laurentiis non molla

Calzona si sta dimostrando solo un traghettatore e nonostante conosca bene l’ambiente non può essere il profilo su cui ricostruire un nuovo ciclo. Il presidentissimo degli Azzurri sogna in grande e non si è arreso all’idea di ingaggiare Antonio Conte.

Conte, destinazione a sorpresa
Il Napoli spinge forte per ingaggiare Conte (LaPresse) Tshot.it

Secondo quanto riferito dalla redazione di Rai Sport, a Conte verrebbe garantito uno stipendio da top europeo e piena carta bianca per ricostruire la squadra. La sua risposta definitiva dovrebbe arrivare i primi giorni di maggio. Ad oggi la Juventus non sembra essere un’alternativa credibile, anche qualora Max Allegri dovesse salutare a fine anno, come probabile. La Roma ha trovato in De Rossi l’uomo perfetto per cancellare il ricordo di Mourinho e all’Inter non c’è aria di ritorno.

La voglia dell’allenatore ex Chelsea di tornare a lavorare in Italia può essere decisiva e rappresentare la pietra angolare su cui costruire questo progetto. Sullo sfondo resta pur sempre il Milan, nell’ipotesi che Pioli dica addio a giugno.

Impostazioni privacy