Dolore infinito per i tifosi di Serie A, si spegne una vera icona del calcio

L’ambiente del calcio è in lutto in queste ore per la scomparsa di una storica figura del mondo del pallone italiano.

Dopo la recente scomparsa dei giorni scorsi di Joe Barone, direttore generale della Fiorentina, mancato ad appena 58 anni, ora il calcio italiano piange una nuova vittima. Nell’ultimo turno di Serie A prima dell’inizio delle partite si è tenuto un minuto di silenzio per il dirigente viola ma ora è già tempo di piangere un’altra celebre figura del mondo del pallone nostrano.

Piangono i tifosi di Serie A: si spegne un'icona del calcio
Il lutto che coinvolge il calcio italiano (LaPresse – Tshot)

Nei giorni scorsi è venuto a mancare Enzo D’Orsi, storico volto del giornalismo sportivo in Italia, ad appena 71 anni di età. Si è spento nella sua casa di Saluzzo, in provincia di Cuneo, la dimora che aveva scelto dopo aver lavorato per molti anni a Torino nonostante fosse nativo di Perugia. La sua morte lascia un grande vuoto soprattutto per sua moglie Maria Paola e i tre figli (Jacopo, Ludovico e Niccolò) oltre anche a cinque nipoti.

A 71 anni di età è morto Enzo D’Orsi, il giornalista che “inventò” la Supercoppa Italiana

D’Orsi oltre ad essere un ottimo giornalista, noto soprattutto per essere stato una storica firma del Corriere dello Sport, ha avuto anche un altro importantissimo merito che in molti gli riconoscono, sebbene lui non si vantasse mai. Ebbe un’idea che portò una grande novità nel calcio italiano a fine anni ’80.

Come confermato nel corso degli anni da moltissimi addetti ai lavori nel mondo del calcio moderno, Enzo D’Orsi fu colui che nel 1988 consigliò al presidente della Sampdoria, Paolo Mantovani, la creazione della Supercoppa Italiana. L’idea del giornalista perugino fu infatti quella di far sfidare la formazione blucerchiata che aveva appena vinto la Coppa Italia con il Milan dopo che i rossoneri trionfarono in campionato.

Piangono i tifosi di Serie A: si spegne un'icona del calcio
Enzo D’Orsi viene considerato da molti come colui che ha “inventato” la Supercoppa Italiana (LaPresse – Tshot)

Questa intuizione nacque sulla base della Charity Shield inglese (oggi nota come Community Shield) che fa sfidare il vincitore del campionato inglese con quello della FA Cup. Dalla disputa di quella sfida sono passati ormai 36 anni e la Supercoppa Italiana è di fatto divenuta una competizione importante nel corso delle regolari stagioni calcistiche dei club italiani, un torneo nato dall’intuito di Enzo D’Orsi che da oggi mancherà molto a tutto il settore del giornalismo nostrano.

Impostazioni privacy