Dramma per un Big della Juve, terribile rivelazione scuote lo spogliatoio

Dramma per un big della Juve che sta attraversando mesi davvero difficili: si è confidato e l’ha rivelato a tutti, lo spogliatoio si è scosso

La Juventus sta vivendo una stagione tutto sommato positiva, al di là degli ultimi e recenti scivoloni in un periodo no che ci può stare durante un campionato lungo nove mesi. Ogni componente della rosa bianconera è stato messo al proprio posto e ha dato qualcosa alla causa. L’unica stonatura sono state le squalifiche che sono arrivate nella prima parte di stagione. Quella di Paul Pogba per doping e quella di Nicolò Fagioli per la famosa questione della ludopatia.

Dramma per un big della Juve, terribile rivelazione
Un big della Juventus sta attraversando un dramma, la rivelazione scuote lo spogliatoio – (ANSA) – tshot.it

Proprio il centrocampista si è raccontato di recente nel corso di un intervento all’evento “Perdere tutto non è un bel gioco” promosso dalla Regione Piemonte per sensibilizzare i più giovani sul gioco d’azzardo. Fagioli sta combattendo la ludopatia in questi mesi che sta attraversando lontano dai campi di calcio a causa della lunga squalifica che terminerà nella seconda metà di maggio.

Il giocatore potrebbe tornare arruolabile nel match contro il Monza nell’ultima giornata di campionato. Intanto sono diverse le confessioni fatte da Fagioli che lasciano più di qualche spunto di discussione.

Dramma per la Juve, la terribile rivelazione di Fagioli che scuote lo spogliatoio

“Ho iniziato quando avevo 16 anni, prima era un gioco, poi pian piano è diventata una malattia” è l’incipit da parte del centrocampista che si è così raccontato, mettendo a nudo le sue debolezze che l’ha trascinato nella ludopatia. Le sue dichiarazioni proseguono con alcune rivelazioni da brivido.

Dramma per un big della Juve: terribile rivelazione
Dramma per Niccolò Fagioli: tutta la verità sulla ludopatia – (ANSA) – tshot.it

“E’ stato il periodo più difficile della mia vita. Adesso mi fa stare bene passare del tempo con gli amici, con la famiglia e fare sport” si dice sicuro Fagioli. “Giocare a calcio per me sarebbe stato un buon modo per non pensarci. Non giocare rende le cose ancora più difficili” si lascia scappare con un ghigno beffardo il calciatore amareggiato.

Cosa gli manca maggiormente? Manco a dirlo lo spogliatoio e la continuità della partita. “Per me è dura stare lontano dal campo e vivere tutto dall’esterno, mi mancano i compagni e lo stare insieme a loro”. Una dura mazzata per il centrocampista che vorrebbe tornare a fare quello che più ama ma per ora non può a causa del brutto dramma in cui è caduto. Anche questo deve essere un insegnamento per non cascarci.

Impostazioni privacy