Esonero Pioli saltato all’ultimo: il motivo è sconcertante

L’esonero di Stefano Pioli è saltato all’ultimo minuto: era tutto fatto, fino a quando l’allontanamento non è saltato per un motivo a dir poco sconcertante 

Il pareggio ottenuto, in trasferta, in quel di Salerno (contro l’ex di turno Pippo Inzaghi) non ha per nulla soddisfatto l’ambiente rossonero. D’altronde non potrebbe essere altrimenti visto che la Salernitana, in classifica, non sta affatto vivendo un buon momento tanto da trovarsi in piena zona retrocessione. Nel mirino delle critiche, anche questa volta, ci è finito Stefano Pioli.

La proprietà non ha trovato un sostituto all'altezza
Esonero di Pioli saltato all’ultimo minuto – Tshot.it (Foto LaPresse)

Il manager romagnolo, già da un bel po’ di tempo, è a rischio esonero. L’andamento in campionato non sta andando come la dirigenza si aspettava. Ci si aspettava un miracolo nel girone di ferro della Champions League, ed alla fine i rossoneri sono riusciti ad ottenere comunque un terzo posto (vale a dire Europa League). Il suo destino, però, è ancora incerto: nel frattempo è stato rivelato un motivo che spiazza tutti sul suo mancato esonero.

Milan, nessun esonero per Pioli: svelato il motivo

A dire il vero il pensiero della dirigenza non è assolutamente cambiato: Stefano Pioli è sempre considerato a rischio. Nel caso in cui non dovesse avvenire un suo esonero in questa stagione molto probabilmente avverrà al termine della stessa. In questo momento, però, le alternative a disposizione (nel mercato degli allenatori svincolati) non convincono del tutto. Ovviamente di questa lista non rientrano allenatori di livello internazionale che non hanno alcuna intenzione di partire a stagione in corso.

La proprietà non ha trovato un sostituto all'altezza
La dirigenza non è convinta delle alternative per il post-Pioli – Tshot.it (Foto LaPresse)

Tra questi spunta proprio il nome di Antonio Conte che rimane un profilo che piace molto alla società del ‘Diavolo’. Fino a questo momento, quindi, il manager romagnolo continuerà a rimanere al proprio posto. Nel caso in cui dovessero arrivare altri risultati deludenti allora l’esonero, in questo caso, sarà a dir poco inevitabile. Nel frattempo, in ottica futura, si studiando anche altri profilo di allenatori pronti ad accomodarsi su una panchina importante come quella rossonera.

Oltre al nome di Antonio Conte spunta anche quello di Raffaele Palladino. L’attuale allenatore del Monza sta impressionando tutti con il suo gioco, oltre ad ottenere dei risultati convincenti. Nel frattempo, sempre sui social network, continua ad essere in tendenza l’hashtag su ‘X’ “#PioliOut” da parte dei sostenitori rossoneri, oramai stufi del modo di fare del proprio allenatore.

Impostazioni privacy