Ferrari, annuncio a sorpresa: “Una ferita aperta”

Le parole del pilota in orbita Ferrari riaprono una ferita aperta per questo grande protagonista del mondo della Formula 1

Moltissimi piloti di Formula 1 nella propria carriera hanno sognato e sperato in una chiamata dalla mitica ‘rossa’ di Maranello. Infatti ancora oggi la Ferrari viene considerata una vettura di prestigio assoluto, che fa sognare grazie alla sua storia vincente e mitologica.

Rimpianto per la Ferrari
Il pilota è un rimpianto per la Ferrari (Foto Ansa) – Tshot.it

Un ottimo pilota del recente passato sta per sedere finalmente sulla Rossa, ma non per gareggiare in F1. Bensì correrà col Cavallino del Team Af Corse nel WEC, il campionato mondiale Endurance. Non proprio la stessa risonanza mediatica delle gare automobilistiche di prima classe, ma c’è la possibilità di competere in sfide incredibili come la 24 ore di Le Mans.

Il pilota in questione è Robert Kubica, polacco classe ’84, che ha lasciato ufficialmente la Formula 1 nel 2021, al termine di una carriera piena di imprevisti. In particolare un incidente terribile durante una gara di rally che non gli ha permesso di alzare il livello, ma soprattutto di realizzare il trasferimento della vita.

Quando Kubica doveva finire in Ferrari: la rivelazione

Kubica è ricordato per le sue esperienze in F1 alla guida di Sauber, Renault e Williams, per poi chiudere la carriera da ultratrentenne alla Alfa Romeo. Ma il grande rimpianto del polacco è stato il mancato passaggio alla Ferrari. Un’operazione che sembrava ormai fatta, con tanto di accordo raggiunto tra il pilota e la scuderia di Maranello.

Kubica e la Ferrari solo sfiorata
Kubica torna sul mancato passaggio alla Ferrari (Foto Ansa) – Tshot.it

Tutto però finì in fumo proprio per le conseguenze del brutto incidente subito nel 2011 in rally, che gli procurò gravissime lesioni, incluse una frattura alla gamba destra, un’emorragia interna e lesioni multiple alla mano, alla spalla e al braccio destro. Poche settimane prima Kubica aveva trovato l’accordo con la Ferrari, dove dal 2012 sarebbe divenuto pilota di punta al fianco di Fernando Alonso.

Proprio di questa esperienza assurda, Kubica ha parlato alla Gazzetta dello Sport, parlando di un rimpianto incredibile: “Lo scenario per il futuro doveva essere questo, quando ho avuto l’incidente, perché nel 2012 sarei dovuto andare alla Ferrari dove c’era Fernando. Poi non è avvenuto, perché la vita mi ha servito un altro scenario”.

Uno dei maggiori rammarichi di Kubica è il fatto di non aver potuto condividere il paddock con Alonso, convinto che assieme allo spagnolo (ancora oggi in corsa in F1) avrebbero fatto fuoco e fiamme, riportando la Ferrari agli splendori di un tempo. Per via dell’incidente l’ingaggio di Kubica fu annullato e al suo posto venne confermato Felipe Massa, che sembrava invece vicino all’addio.

Impostazioni privacy