Formula 1 scossa, è già finita: se ne va subito

Dopo soli tre mesi lascia il team: ecco la motivazione della scuderia e le parole del protagonista.

McLaren in Formula 1 si sta sempre più dimostrando la terza forza in pista. A fronte di un clamoroso passo indietro della Mercedes, dietro a Red Bull e Ferrari si sono piazzati gli uomini in arancione che, grazie ad una crescita esponenziale rispetto all’anno scorso, hanno superato la concorrenza.

Addio McLaren
Lascia la McLaren, addio dopo soli tre mesi (ansafoto.it) tshot.it

La sesta e l’ottava posizione in Bahrein, la quarta e l’ottava in Arabia Saudita e la terza e la quarta in Australia proiettano Lando Norris e Oscar Piastri in quarta e quinta posizione della classifica piloti, al terzo posto di quella costruttori con già più del doppio dei punti di Mercedes. Un risultato clamoroso che, tuttavia, non fa da specchio alla situazione che si vive all’interno del team. È di poche ore fa, infatti, l’annuncio da parte del team principal Andrea Stella dell’addio anzitempo di David Sanchez, ex Ferrari che era approdato in McLaren solo tre mesi fa.

Ufficializzato l’addio McLaren si riorganizzerà affidando a Roberto Marshall il ruolo di capo progettista e a Neil Houldey quello di direttore tecnico – ingegneria. Nel frattempo subentrerà Andrea Stella come direttore tecnico – performance con un ruolo ad interim in attesa di una nuova nomina.

Addio Sanchez, il motivo e le parole dei coinvolti

David Sanchez era approdato in McLaren nel gennaio 2024 dopo più di dieci anni in Ferrari e le dimissioni rassegnate lo scorso anno. Dopo un periodo di pausa si era trasferito al team inglese dove, tuttavia, le cose non sono andate come previste.

Addio McLaren
La McLaren si riorganizza, ecco come (ansafoto.it) tshot.it

Dopo una riflessione comune è emerso che il ruolo, le ambizioni e le responsabilità assoliate alla posizione di Davis non era in linea con le nostre aspettative iniziali quando ha accettato di unirsi a noi nel 2023. Dato questo disallineamento abbiamo convenuto che sarebbe stato meglio separarci ora, in modo da consentire a Davis di perseguire tre opportunità e di sfruttare al meglio le sue capacità“, si legge nel comunicato di McLaren.

“Sono grato di aver fatto parte di questo team anche se il ruolo che avevamo immaginato e concordato non era allineato con la realtà della posizione che ho trovato”, ha commentato poi David Sanchez nel suo messaggio di addio alla McLaren.

Impostazioni privacy