Giuntoli spalle al muro: addio spiazzante, lascia la Juve subito

I bianconeri si stanno muovendo per rinforzare il proprio organico, ma devono fare i conti anche con qualche cessione importante

L’obiettivo primario quasi in tasca e un sogno realizzabile. Lo straordinario girone d’andata della Juventus ha garantito ai bianconeri un netto vantaggio sul Bologna, sorpresa del campionato, quinto in classifica di 14 punti: un distacco che può lasciare a sonni tranquilli la Vecchia Signora che con ogni probabilità il prossimo anno tornerà a disputare la Champions League. E il distacco di soli due punti dall’Inter tiene invece vivissima la lotta scudetto.

Giuntoli spiazzato cessione attaccante
Giuntoli spiazzato: cessione ad un passo (Foto LaPresse) – tshot.it

Alla Continassa si è parlato fin da giugno di come questo sarebbe stato l’anno zero. Mercato estivo praticamente nullo, con il solo grande mantra di salvaguardare il bilancio. Per questo è stata costruita una squadra con il giusto mix tra giocatori esperti e tanti giovani talentuosi pescati dalla Next Gen.

I risultati al momento stanno dando ragione alla strategia del club che però ora sta valutando qualche innesto per rinforzare l’organico: nessuna spesa spropositata, ma solamente nuovi arrivi a determinate condizioni. Per questo è lecito aspettarsi qualche colpo sul finire della sessione di mercato per sfruttare qualche opportunità. Al tempo stesso, però, si sta anche vagliando la possibilità di qualche cessione che consentirebbe di alleggerire il bilancio.

Addio Juve, colpo di scena: “Via subito”

Uno di questi può essere sicuramente Alex Sandro. Il brasiliano ha un ingaggio pesantissimo, di 6,5 milioni di euro, e potrebbe essere liberato a costo zero per poter risparmiare almeno sullo stipendio. Al suo posto la dirigenza bianconera sta trattando con il Lille per l’arrivo di Thiago Djalò, difensore portoghese classe 2000.

Kean nuova avventura Serie A
Kean vuole più spazio: ecco la nuova destinazione (LaPresse) – tshot.it

Ma alcuni cambiamenti sono previsti anche in attacco. L’esplosione di Yildiz ha cambiato le gerarchie che prevedevano un reparto composto da Vlahovic, Chiesa, Milik e Kean. Proprio l’attaccante italiano classe 2000, ora ai box per un infortunio, sembra quello destinato a lasciare Torino. La volontà del giocatore è quella di giocare con continuità in questa seconda fase della stagione per convincere Luciano Spalletti a convocarlo per gli Europei. Tante squadre di Serie A sono su di lui: il primo sondaggio è stato fatto dalla Fiorentina, seguita poi dal Bologna, ma successivamente si è intromesso anche il Monza che al momento sarebbe la squadra in netto vantaggio per ottenere il prestito. Tra le tre, i brianzoli, sono quelli che potrebbero garantire fin da subito il posto da titolare all’ex PSG che avrebbe quindi la possibilità di mettersi in mostra fin da subito. La trattativa può sbloccarsi a momenti.

Impostazioni privacy