Il Milan caccia Furlani: il sostituto arriva dalla Francia

In estate il Milan potrebbe a sorpresa compiere un’incredibile rivoluzione interna sollevando dal proprio incarico Giorgio Furlani.

Stando alle ultime notizie, l’operato dell’amministratore delegato, così come quello del direttore sportivo Geoffrey Moncada, sarebbe oggetto di discussione nella sede americana di RedBird, col presidente e proprietario Gerry Cardinale che starebbe seriamente valutando la possibilità di sostituire entrambi con un uomo a lui fidato, che da tempo è alla guida di un altro club della galassia del noto fondo americano.

Il Milan scarica Giorgio Furlani, non sarà più lui l'ad dei rossoneri
Il MIlan caccia Furlani, il sostituto arriva dalla Francia (Ansa foto) – tshot.it

Se uno scenario del genere dovesse verificarsi potremmo indirettamente parlare anche di vittoria personale per Paolo Maldini e Frederic Massara, che nella scorsa estate vennero brutalmente cacciati per fare spazio nel organigramma rossonero a queste due figure, tutt’altro che di spicco.

Milan, Furlani sollevato dal suo incarico: RedBird ha già scelto il sostituto

L’attenzione di tutto il mondo Milan è completamente rivolta a questo intenso finale di stagione che aspetta la formazione di Stefano Pioli, ma nel quartier generale di RedBird già si starebbe iniziando a programmare il futuro del club meneghino, come confermato dalle incredibili notizie trapelate nelle ultime ore.

Stando a queste, infatti, Gerry Cardinale starebbe seriamente valutando la possibilità di sollevare dall’incarico di amministratore delegato del Diavolo Giorgio Furlani, il cui operato sarebbe oggetto di discussione e valutazione, perché se è vero che nel 2024 il Milan sta ottenendo degli ottimi risultati sportivi, dall’altro lo è il fatto che si sarebbe potuto fare ancora di più. A fronte di questo potremmo dunque dire che la posizione del dirigente italiano è fortemente in bilico, considerato anche il fatto che sarebbe già uscito fuori il nome col quale Cardinale andrebbe a sostituirlo.

Stando infatti a quanto riportato da TMW, nel momento in cui dovesse verificarsi la cessione del Tolosa il presidente dei francesi Daniel Comolli, uomo fidati di RedBird, entrerebbe a far parte dell’organigramma societario del Milan con un ruolo di primissimo piano, cioè di amministratore delegato, soffiando per l’appunto la postazione a Giorgio Furlani per il quale si starebbe studiando un ruolo di gestione della società rossonera da Londra.

Comolli per Furlani ma non solo: Milan pronto alla rivoluzione

Comolli per Furlani potrebbe non essere l’unica novità all’interno dell’organigramma societario del Milan a partire dalla prossima stagione. Stando infatti a quanto riportato da TMW, anche la posizione del direttore sportivo Geoffrey Moncada sarebbe fortemente in bilico, anche perché secondo i colleghi il presidente del Tolosa eventualmente in rossonero si porterebbe dietro uomini a lui fidati proprio nel ruolo attualmente occupato dal giovane dirigente transalpino.

Il primo nome per sostituire Geoffrey Moncada sarebbe quello di François Modesto, ora al Monza ed anche in orbita Roma per la prossima stagione, ma a questo punto della stagione è forse meglio che ci si concentri sul campo prima di innescare una reazione a catena che potrebbe dare il via ad un nuovo anno zero per il Milan. Staremo a vedere.

Non solo Furlani, anche Moncada è in bilico
Anche la posizione di Moncada è in bilico al Milan (LaPresse) – tshot.it

 

 

Categorie Senza categoria
Impostazioni privacy