Incidente bruttissimo: dramma Zanardi

Un incidente drammatico, i tifosi sono rimasti senza fiato: tragedia Zanardi, il messaggio è da brividi.

È passato tanto tempo, anni, da una tragedia che in molti non hanno ancora mandato giù. Alex Zanardi era e rimane un personaggio dal carisma e forza d’animo esemplari: un uomo dal cuore grande su cui la vita si è purtroppo accanita.

L'incidente è agghiacciante: dramma Zanardi
Rispunta Zanardi: incidente agghiacciante (LaPresse) – Tshot.it

Uomo di sport, campione indiscusso, dal coraggio ineguagliabile: un esempio per chiunque pensi di non poter andare avanti nella vita nonostante i problemi ed ostacoli che si parano davanti, apparentemente insormontabili. Zanardi è semplicemente un esempio di vita. Sono passati 23 anni, era per la precisione il 15 settembre 2001 quando nel mezzo di una gara del campionato CART di scena in Germania, l’ex pilota fu vittima di un drammatico incidente che gli costò l’amputazione degli arti inferiori.

Un costo altissimo da pagare, soprattutto per uno sportivo. Alex non si è arreso ed è tornato protagonista nel mondo dello sport, dopo aver ‘incassato’ ben 16 operazioni chirurgiche pur di rientrare e competere. Dalla Formula 1 all’handbike, uno sport che lo ha visto consacrarsi come uno dei più forti al mondo: 4 ori olimpici conquistati a Londra e Rio de Janeiro, tra il 2012 e il 2016.

Alex Zanardi, il dramma ‘ritorna’: “Me l’ha ricordato…”

Il destino però non aveva chiuso i conti con Zanardi che il 19 giugno 2020 fu vittima di un altro tragico incidente, avvenuto a Pienza in Toscana durante un allenamento in handbike.

Uno scontro tremendo, frontale, con un camion. Si è passati dal coma farmacologico per ben sei mesi, un filo tra la vita e la morte. L’anno successivo ha fatto rientro a casa, tra riabilitazione ed una ripresa lenta. Della sua salute, però, non si sa quasi più nulla. E ciò che è accaduto una manciata di ore fa in occasione del GP di Monaco in Formula 1 ha ricordato proprio il primo drammatico incidente che costò le gambe ad Alex: stavolta, la macchina distrutta è stata quella di Sergio Perez.

Da allora sono cambiati i regolamenti ed i piloti possono agire in una sicurezza certamente più corposa rispetto al passato: ma le immagini parlano chiaro, come fatto notare su ‘X’ da un fan. Questo brutto incidente mi ha davvero ricordato Zanardi“, commenta in didascalia. E lo scatto rappresenta la Red Bull di Checo quasi disintegrata, dimezzata. Una foto davvero impressionante.

Il messicano, dopo essere stato urtato da Magnussen, è finito fuori controllo sbattendo sulle transenne laterali: da lì in poi, il GP ha subito un ritardo di oltre mezzora per togliere i detriti della sua Red Bull dalla pista. A differenza di Zanardi, per Perez e i suoi colleghi nessun infortunio: lo spavento, però, è stato subito lampante.

Impostazioni privacy