Infortunio Nadal, cambiano ancora i tempi di recupero: tifosi increduli

Novità sul recupero di Rafa Nadal, cambiano ancora i tempi per il suo ritorno in campo: il nuovo piano dello spagnolo.

Arrivano ulteriori novità sui tempi di recupero di Rafa Nadal. Dopo l’ottimismo palesato dal campione spagnolo, sicuro di poter tornare in campo nel 2024, i tifosi sono in attesa dell’ufficializzazione della sua partecipazione ai prossimi grandi appuntamenti in programma nel calendario tennistico. Ufficialità che per ora tarda ad arrivare, anche perché i programmi di Rafa sarebbero, negli ultimi giorni, cambiati nuovamente.

Quando torna in campo Nadal
Nadal, cambiano i tempi di recupero: novità in arrivo (Ansa) – Tshot.it

Dire che i tempi di recupero si stanno allungando per il mancino di Manacor è forse eccessivo. Di certo non si stanno abbreviando. L’obiettivo, senza girarci troppo intorno, continua a essere il rientro in campo agli Australian Open, il primo Slam dell’anno, l’ultimo torneo che lo ha visto protagonista nel 2023.

Per poter riuscire a scendere in campo a Melbourne dal prossimo 14 gennaio, lo spagnolo dovrà però cercare di seguire pedissequamente un piano preciso di recupero della miglior condizione. E per farlo cercherà di mettere qualche partita nelle gambe ancor prima dell’inizio del torneo australiano.

Nadal vicino al recupero: il piano del campione spagnolo per tornare in campo in Australia

A rivelare la tabella di marcia del fuoriclasse spagnolo, vincitore di 22 titoli dello Slam in carriera, è stato il portale spagnolo Cadena Ser. Se il grande obiettivo di Rafa restano gli Australian Open, è chiaro infatti che tornare a giocare subito in un torneo sul meglio dei cinque set, con possibilità di restare in campo per ore e ore, non sarebbe molto indicato.

Infortunio Nadal, le ultime sui tempi di recupero
Nadal torna in campo: il nuovo programma dello spagnolo (Ansa) – Tshot.it

Per questo motivo Nadal e il suo staff avrebbero stilato un programma preciso di recupero che dovrebbe permettergli di arrivare a Melbourne non solo con qualche partita sulle gambe, ma anche con una condizione più che accettabile.

Si partirà dal Kuwait, nella prima metà dicembre. Nel piccolo paese mediorientale Rafa ha infatti una delle sue Accademie, e prenderà parte ad alcuni eventi promozionali per far abituare il suo fisico a condizioni climatiche simili a quelle che potrebbe trovare a Melbourne durante lo Slam.

Sarà quello il momento decisivo per comprendere se sarà possibile o meno tornare in campo già in Australia. Dovessero le cose andare secondo programma, dopo essersi riposato in Spagna con la famiglia nel periodo natalizio, Nadal volerà proprio verso il subcontinente oceanico, per prendere parte ad almeno uno dei tornei di preparazione allo Slam, come ad esempio il 250 di Brisbane.

In questo modo, oltre alla preparazione fisica, potrebbe mettere nelle gambe anche minuti importanti in campo in una competizione ufficiale, prima di affrontare la prima prova importante del suo 2024, anno che potrebbe trasformarsi nel più importante della sua carriera. Soprattutto se dovesse diventare l’ultimo.

Impostazioni privacy