Juventus, nuova inchiesta: cambiano i capi d’accusa, trema il club

In casa Juventus, anche in questa nuova stagione, arriva una nuova inchiesta che fa tremare il club anche in prospettiva di un discorso relativo alla dirigenza. Cambiano, in tal senso, i capi d’accusa per i bianconeri ed ora quello che può succedere è davvero difficile da prevedere.

Dal punto di vista sportivo questa pare possa essere davvero la stagione della rinascita per i bianconeri. La squadra infatti ha ritrovato le giuste misure e distanze, oltre ad una solidità difensiva davvero a tratti impressionante. La speranza è quella di riuscire quanto meno a lottare fino alla fine con l’Inter per il titolo, con la totale consapevolezza che i nerazzurri hanno qualcosa in più. Adesso, però, l’intero ambiente torna a tremare. Come è noto, la Procura di Roma ha chiuso le indagini ed in tal senso arrivano notizie per niente positive per la principale realtà del calcio italiane. Sono cambiati, infatti, i capi di accusa.

Juventus
In casa Juventus arriva una nuova inchiesta che può cambiare e di tanto le carte in tavola: cambiano infatti i capi di accusa per i bianconeri

Nuova inchiesta per i bianconeri: le ultime

Dopo quanto accaduto l’anno scorso, il mondo bianconero si ritrova nuovamente a trattenere il fiato ed a temere per questioni di natura giudiziaria. Come è noto, nella giornata di ieri i pm hanno chiuso le indagini per questa nuova inchiesta. Stando a quanto appreso dal giornale “Il Fatto Quotidiano“, però, i capi d’accusa sono cambiati in maniera peggiorativa.

Sarebbero state inserite nell’impianto accusatoria delle omissioni (per il momento presunte) di passività in alcuni scambi con altre società di Serie A. Proprio per questo la Procura ha nuovamente tirato fuori per la Juventus il reato di false comunicazioni sociali, che è stato già contestato in precedenza. Andiamo a vedere le ultime a riguardo.

Juventus
In casa Juventus il club torna a tremare: cambiano i capi di accusa, nel mirino passività in alcuni scambi non denunciate

Juventus, cambiano i capi d’accusa: trema il club

Sono coinvolte nel discorso fino a questo momento condotto diverse squadre di Serie A tra cui, come si legge sul giornale “Il Fatto Quotidiano“, l’Atalanta. Gli orobici, però, al pari delle altre società, non sono coinvolte direttamente in queste indagini. Da vedere adesso che piega prenderà questa situazione e quale sarà la strategia che metterà in piedi la compagine bianconera. Il reato contestato è ancora quello di falso nelle comunicazioni sociali, insieme a quello di manipolazione del mercato e di ostacolo all’esercizio delle autorità di pubblica vigilanza.

Impostazioni privacy