La storia si ripete: dal Milan all’Inter come Calhanoglu

Quando durante una sessione di mercato un giocatore passa da una squadra all’altra della medesima città ci sono sempre delle discussioni.

In Italia una delle rivalità più sentite all’interno del mondo del calcio è quella tra Inter e Milan. Le due squadre simbolo della città di Milano sono un emblema del calcio nazionale perché, dopo la Juventus, sono quelle che hanno alzato più trofei nel nostro Paese e invece a livello europeo sono le due formazioni nostrane che hanno alzato al cielo più Champions League.

Dal Milan all'Inter come Calhanoglu
La tifoseria rossonera non ha mai digerito il passaggio di Calhanoglu all’Inter (LaPresse – Tshot)

Il loro straordinario palmares le rende infatti due delle squadre italiane più tifate in tutto il mondo. Per tale ragione quando succede che un giocatore passa da una squadra all’altra di questa città si creano sempre grandi discussioni e c’è una metà di Milano esulta e un’altra che invece soffre.

Camarda deve ancora firmare un contratto da professionista: piace all’Inter che tenta lo sgambetto sul Milan

In tal senso, quando si parla di passaggi da una squadra meneghina all’altra, quello più recente e che certamente è più impattante sul calcio di oggi è quello di Hakan Calhanoglu che nel 2021 si è trasferito a parametro zero dal Milan all’Inter attirando così su di sé le ire e i fischi di tutti i tifosi rossoneri ogni volta che si gioca un derby.

Dal Milan all'Inter come Calhanoglu
L’Inter ha messo nel mirino il baby prodigio Camarda (LaPresse – Tshot)

Un altro calciatore che potrebbe intraprendere lo stesso percorso è Francesco Camarda, baby prodigio del settore giovanile del Milan che per molti addetti ai lavori ha la stoffa per diventare un campione di alto livello in futuro. Nonostante abbia infatti appena compiuto 16 anni lo scorso 10 marzo, il centravanti classe 2008 è stabilmente un giocatore della Primavera rossonera, dove scende in campo sotto età.

Nonostante sia più giovane dei compagni e degli avversari di due o tre anni, Camarda è già riuscito a mettere a segno 6 reti e 2 assist in 21 gare del campionato Primavera (oltre a 3 gol segnati sia in Coppa Primavera che in Youth League). Tra novembre e dicembre è poi diventato celebre a moltissimi tifosi per aver esordito in Serie A ad appena 15 anni giocando due spezzoni dei finali di gara contro Fiorentina e Frosinone.

Ora che ha 16 anni, il giovane centravanti italiano potrà firmare il suo primo contratto da professionista e secondo molte fonti non è scontato che lo farà col Milan. Sulle sue tracce ci sono diverse big straniere e anche la stessa Inter che ha notato il suo talento e potrebbe puntare a fare uno sgambetto ai rivali del Milan soffiandogli Camarda senza spendere un singolo euro, come accaduto tre anni fa con Calhanoglu.

Impostazioni privacy