L’annuncio gela i tifosi: “Problema per la Mercedes”

Arriva l’annuncio che lascia di sasso i tifosi: “Problema per la Mercedes”. Ecco, di seguito, cosa sta succedendo.

La Mercedes ha chiuso la passata stagione di Formula 1 in crescendo tanto da essersi piazzata alle spalle dell’imprendibile Red Bull nella classifica costruttori, migliorando così il terzo posto nel precedente campionato mondiale.

Mercedes, l'annuncio gela i tifosi
Doccia gelata per i tifosi: “Problema per la Mercedes” (LaPresse)-tshot.it

Logico che le Frecce d’argento siano considerate dagli addetti ai lavori e dai commentatori le più accreditate rivali della scuderia di Milton Keynes. Alla Mercedes, dunque, il compito di vivacizzare l’imminente mondiale, che verrà inaugurato dal Gran Premio del Bahrain il prossimo 2 marzo, per scongiurare il rischio, più che concreto, di un copia-incolla di quello dell’anno scorso che non ha avuto storia, dato lo strapotere del tre volte iridato Max Verstappen e della Red Bull.

Questo, però, fino a qualche giorno fa, cioè fino alla deflagrazione della bomba di mercato, l’approdo a Maranello a partire dal 2025, e per almeno due stagioni, di Lewis Hamilton, che ha terremotato il Circus della Formula 1.

Giorgio Terruzzi gela i tifosi: “Problema per la Mercedes”

Con il sette volte iridato promesso sposo della Ferrari inevitabilmente cambiano le carte in tavola o, se preferite, nella griglia di partenza. Ne è convinto il giornalista Giorgio Terruzzi, per anni l’esperto di motorsport di Mediaset, che, ai microfoni di ‘Tutti Convocati’, in onda su Radio24 e condotta da Pierluigi Pardo, Carlo Genta e Giovanni Capuano, ha sentenziato:

Quest’anno il problema ce l’avrà la Mercedes. Sainz deve trovarsi una squadra ed è un professionista serissimo. Gestire Hamilton che prova il simulatore Mercedes e vede/sente un sacco di cose, invece, può cambiare il panorama tecnico“. 

Giorgio Terruzzi: "Problema per la Mercedes"
Giorgio Terruzzi vede nero per le Frecce d’argento (LaPresse)-tshot.it

In poche parole, secondo l’ex giornalista Mediaset, la Mercedes potrebbe, per così dire, boicottare il futuro ferrarista non mettendolo al corrente di tutte li suoi segreti tecnici per evitare che l’anno prossimo possa spifferarli a una diretta concorrente come la Rossa di Maranello.

Una comprensibile diffidenza -nonostante siano passati 17 anni, nel paddock è ancora fresco il ricordo della spy story che vide coinvolte la Ferrari, vittima di un tentativo di sabotaggio, e la McLaren – che potrebbe ulteriormente penalizzare il 39enne di Stevenage che già parte svantaggiato nel confronto con l’olandese volante Max Verstappen.

Per tralasciare le dinamiche relazioni con i membri del team come dimostra l’ironico post sui social network pubblicato dalla scuderia anglo-tedesca, una foto che mostra un immaginario Hamilton mentre su Google Traduttore cerca la traduzione italiana di ‘hello, team’, ossia ‘ciao squadra’, con a corredo la didascalia “Lezione uno: imparare a dire ‘ciao’“. Solo il tipico humour british, certo, ma è anche la conferma che Lewis Hamilton a Brackley e a Brixworth non avrà vita facile, anzi, la sua vita da separato in casa è già cominciata.

Impostazioni privacy