L’annuncio spiazza tutti: Ferrari gelata

Dopo l’ufficialità della firma di Lewis Hamilton con la Ferrari a partire dal 2025, a Maranello si sta cercando di formare un team stellare.

Senza dubbio le cronache sportive che riguardano la Formula 1 nelle ultime settimane sono state caratterizzate soprattutto dall’annuncio della Ferrari e della firma di Lewis Hamilton, per un contratto che entrerà in vigore a partire dalla prossima stagione. Nel 2025 il sette volte campione del mondo diverrà infatti uno dei due piloti della Rossa assieme a Charles Leclerc, per la gioia di tantissimi tifosi che hanno accolto con il sorriso questa notizia.

L'annuncio spiazza tutti: Ferrari gelata
In casa Ferrari si guarda al futuro e si tenta di formare una squadra stellare (LaPresse – Tshot)

Il pilota inglese è da più di un decennio uno dei volti principali della Formula 1 perché essendo uno dei recordman sotto molti punti di vista, è conosciuto e stimato da una enorme fetta di pubblico. Ma la casa automobilistica di Maranello non sembra disposta a fermarsi qui e pur di riuscire a tornare a vincere vuole formare un grande team sotto tutti gli aspetti possibili della scuderia.

Waché non pensa alla Ferrari: “Il mio lavoro in Red Bull non è finito, nel 2026 una grande sfida”

Oltre ad una leggenda della F1 come Hamilton, la Ferrari è già riuscita a strappare alla Mercedes pure Loic Serra, che è uno dei migliori specialisti dell’ambiente in merito a gomme e sospensioni. Il team principale della Rossa, Frederic Vasseur, ha accolto con grande gioia questa notizia ma aveva in mente anche un altro importante arrivo nel suo team.

L'annuncio spiazza tutti: Ferrari gelata
Christian Horner (destra) e Pierre Waché (sinistra) parlano mentre studiano le migliori strategie per la Red Bull (LaPresse – Tshot)

L’obiettivo era quello di riuscire a strappare alla Red Bull un pezzo pregiato come Pierre Waché che però ai microfoni del quotidiano francese L’Equipe ha spiegato: Non credo di aver finito il mio lavoro in Red Bull. La vera sfida non è battere gli altri anche nel 2024, ma realizzare una monoposto vincente nel 2026”.

Da molti anni Waché è un uomo molto importante per la Red Bull e attualmente è il direttore tecnico della casa austriaca. Sembra però essere concentrato solo sul suo attuale impiego senza prendere in considerazione spostamenti perché il suo obiettivo è quello di riuscire a creare assieme al suo team una monoposto di grande livello anche per il 2026 quando arriveranno grandi modifiche al regolamento, che potrebbero stravolgere gli attuali equilibri delle forze in gioco.

Impostazioni privacy