“Mai avuto”: Ferrari, la sentenza di Hamilton è crudele

Il Campione Lewis Hamilton ha le idee molto chiare, occhio alle sue parole e al sostegno che vuole offrire.

Lewis Hamilton si è sempre distinto per le sue battaglie personali anche al di fuori della pista. A partire dalla sua lotta al razzismo, fino a quella contro l’inquinamento ambientale, il sette volte campione del mondo è sempre stato più di un semplice pilota, che cerca di sfruttare la popolarità di cui gode per diffondere il messaggio giusto sulle tematiche più complesse della nostra società.

Denuncia Wolff
Lewis Hamilton ha le idee chiare (ansafoto.it) tshot.it

Anche questa volta Hamilton non è stato da meno anche se davanti c’è un avversario reale, la FIA, e il suo presidente Mohammed Ben Sulayem. “Se è l’uomo giusto per governare la FIA e se ha ancora il mio supporto? Non l’ha mai avuto, ha tuonato Hamilton ai microfoni della BBC. Dichiarazioni pesantissime, che rientrano però nella presa di posizione del pilota Mercedes al fianco di Susie Wolff, che ha denunciato la FIA presso la corte francese.

Una frattura gigantesca che il mondo della Formula 1 è costretta a vivere, soprattutto nel momento in cui anche altre problematiche indirette, come la crisi interna alla Red Bull, sono in atto.

La denuncia di Susie Wolff: il retroscena e le parole di Hamilton

Ma cosa era successo? Tutto è iniziato quando nel dicembre 2023 la FIA avviò un’indagine contro Susie e Toto Wolff, accusati di conflitto di interesse come membro della FOM e team principal del team Mercedes. Indagine, tuttavia ritirata dolo solo 48 ore dall’apertura, che aveva scatenato l’indignazione dell’intero mondo della Formula 1 per via della “particolari” modalità.

Denuncia Wolff
Susie Wolff denuncia la FIA, occhio al supporto ricevuto (ansafoto.it) tshot.it

Un’indagine che aveva scosso molto Susie Wolff la quale, oggi, ha deciso di denunciare la FIA. Attenzione, però, per il presidente Mohammed Ben Sulayem è appena stato assolto da un processo che lo vedeva accusato di aver intralciato i risultati del GP d’Araia Saudita 2023 e aver provato ad impedire l’omologazione del circuito di Las Vegas. Un momento strategico, dunque, quello scelto da Susie Wolff che proverà ad approfittare della debolezza della federazione.

C’è bisogno di trasparenza – ha dichiarato Hamilton – altrimenti come fai a fidarti? Sono orgoglioso di Susie, il suo gesto potrà portare un cambiamento in un settore ancora dominato dagli uomini e, magari, creare nuovi scenari soprattutto per le donne”, ha concluso il sette volte campione del mondo. Il pilota britannico, dunque, si impegna a sostenere causa di susie Wolff. Un orgoglio anche per Ferrari ed i suoi tifosi, che dall’anno prossimo lo vedranno vestito di rosso.

Impostazioni privacy