MotoGP, colpo di scena ufficiale: ha firmato per il 2024

L’annuncio tanto atteso è arrivato. Con la firma del pilota si è completata la composizione dei Team per il prossimo Mondiale di MotoGP

Un finale al cardiopalma per il Mondiale MotoGP 2023. Ancora una volta a spuntarla è stato Pecco Bagnaia, campione del mondo per il secondo anno consecutivo su Ducati.

MotoGP firma Di Giannantonio team VR46
MotoGP, ora la griglia è davvero al completo (LaPresse) – Tshot.it

Un anno fa, sempre all’ultima gara a Valencia, Pecco ha neutralizzato il tentativo di rimonta di Quartararo. Stavolta, invece, è stato Jorge Martin a soccombere nel duello iridato con la caduta a inizio gara che ha agevolato la vittoria di un Bagnaia, sempre al comando della classifica mondiale già dalle prime gare.

Una gara di verdetti e addii quella di Valencia. Marc Marquez ha corso per l’ultima volta con la Honda. Dopo tredici anni, di cui gli ultimi tre costellati da cadute, infortuni e una moto poco competitiva, il campione iberico ha deciso di lasciare il team dell’Ala Dorata per la Gresini Racing, con la quale gareggerà con la stessa Ducati guidata quest’anno da Bagnaia e Bastianini.

MotoGP, ha firmato: ora i team sono al completo

A sostituirlo alla Honda sarà Luca Marini. Quest’ultimo ha lasciato il Team Mooney VR46 dopo due stagioni in MotoGP, entrambe alla guida di una Ducati. Per il fratello di Valentino Rossi sarà la prima esperienza in carriera in un team ufficiale con Honda che l’ha ingaggiato dopo aver vagliato anche i profili di Miguel Oliveira e Fabio Di Giannantonio. 

Fabio Di Giannantonio firma team VR46 MotoGP
Fabio Di Giannantonio ce l’ha fatta: ha una nuova squadra (LaPresse) – Tshot.it

Sarà proprio quest’ultimo a prendere il posto di Marini alla VR46. Un ingaggio a sorpresa quello del pilota romano che ha rischiato di rimanere senza squadra dopo l’approdo di Marquez alla Gresini. Fino alla scorsa settimana, inoltre, il manager del Team VR46, Uccio Salucci, aveva declinato l’ipotesi di ingaggiare Di Giannantonio al posto di Marini, preferendo puntare su un rookie come Fermin Aldeguer, protagonista in Moto 2.

Tuttavia, le difficoltà nella rescissione del contratto di quest’ultimo con la Boscoscuto, hanno complicato la trattativa e così la VR46 ha deciso di puntare proprio su Di Giannantonio, di fatto, unico pilota rimasto libero al termine del Mondiale. Non certo comunque una soluzione di ripiego quella del pilota ex Gresini che potrà così continuare a lavorare con Ducati dopo le ultime due stagioni in MotoGP.

Di Giannantonio ha firmato con la VR46 per il Mondiale 2024 e si è detto entusiasta della nuova esperienza che lo attende: “Sono carico, non vedo l’ora di iniziare a lavorare in pista. Grazie a tutti quelli che hanno reso possibile tutto questo“, ha affermato il pilota romano che affiancherà Marco Bezzecchi. Per quest’ultimo si era ipotizzato un trasferimento al team Pramac al posto di Zarco. La scelta è poi ricaduta su Franco Morbidelli, a sua volta sostituito alla Yamaha da Alex Rins.

Impostazioni privacy