Ribaltone Djokovic, Sinner non centra: svelata tutta la verità

Ribaltone per Novak Djokovic: svelata tutta la verità per il tennista serbo. Jannik Sinner non c’entra, ecco come stanno realmente le cose.

Quella tra Novak Djokovic e Jannik Sinner rischia di essere una rivalità che può trascinarsi a lungo nel mondo del tennis. Gli attuali numero uno e numero due del ranking ATP potranno darsi battaglia nei prossimi mesi. Si tratta del nuovo che avanza contro il campione assoluto, il mostro sacro che non ha nessuna intenzione al momento di abdicare la propria corona. Già tante cose sono successe nel corso di quest’anno e altre potrebbero succederne da qui in avanti.

Ribaltone Djokovic, Sinner non c'entra
Ribaltone Novak Djokovic: Sinner non c’entra – (ANSA) – tshot.it

Dal trionfo di Sinner in Australia che ha avvicinato l’altoatesino alla vetta del ranking ATP, all’infortunio di quest’ultimo avvenuto a Madrid. Il classe 2001 ha saltato, oltre gli atti conclusivi del Masters 1000 nella Capitale spagnola, anche gli Internazionali di Roma fino a mettere a rischio la sua presenza al Roland Garros di Parigi, il secondo grande Slam stagionale. Il tennista alla fine dovrebbe esserci ma la cautela è ancora massima dopo il brutto KO all’anca.

Ribaltone Djokovic, Sinner non centra: ecco tutta la verità

Intanto il serbo ha annunciato contro ogni pronostico la sua partecipazione al torneo di Ginevra in programma in questi giorni, sfruttando una wild card. In molti si sono detti sorpresi da questa sua scelta, i tifosi non se lo aspettavano.

Djokovic e Sinner: ecco la verità
Novak Djokovic e Jannik Sinner, svelata tutta la verità – (ANSA) – tshot.it

Perché partecipare ad un torneo minore, mettendo magari a rischio la propria incolumità fisica a pochi giorni dal Roland Garros? Chiaramente, per tutti, la risposta a questa domanda era da trovare nella gran voglia di non farsi superare in vetta della classifica ATP da parte del serbo. Vincendo questo torneo, infatti, il numero uno al mondo rallenterebbe l’arrivo sul gradino più alto del podio da parte dell’azzurro, comunque vada a Parigi. In molti vedevano nella sua partecipazione a Ginevra il chiaro segnale di non voler concedere nulla al rivale. Invece no, le cose stanno in maniera differente.

A spiegarlo è stato lo stesso Novak Djokovic nel corso della conferenza stampa di presentazione del torneo.Il motivo per il quale sono qui è che al momento non c’è miglior allenamento di poter giocare le partite. La testa sta bene, mi sono allenato duramente”, asserisce il serbo.

Non è stato un anno impeccabile fin qui sia per i risultati che per la forma fisica: vuole ritrovarla giocando, ecco perché si è iscritto a Ginevra. “Sì, può aiutarmi molto in vista del Roland Garros. Voglio costruirmi la forma migliore, spero di giocare più di un match”, è la chiosa al suo discorso. Dunque, almeno apparentemente, la rivalità con Sinner non c’entra.

Impostazioni privacy