Rivoluzione in Formula 1: ribaltone firmato Verstappen

Una rivoluzione in Formula 1 targata Max Verstappen: il campione olandese vuole mettere bocca nelle decisioni importanti del Circus

Quando si acquisisce lo status di tri-campione del mondo è ovvio che cresca anche la propria influenza all’interno del paddock. Verstappen ama sempre dire la sua, anche se a volte prende delle posizioni scomode.

Verstappen contro il calendario F1
Verstappen influenza le scelte della F1 (Tshot – ANSA)

 

Se non fa parlare di sé in pista lo fa davanti ai microfoni. Max Verstappen sa come attirare l’attenzione su di sé e tutto il suo mondo sembra ruotare attualmente attorno alla Formula 1. Sebbene l’olandese abbia dichiarato più volte che nella vita non intende fare solo questo e probabilmente non avrà una carriera molto lunga, sembra avere a cuore diversi temi che riguardano il Circus.

Le sue opinioni a volte sono piuttosto scomode, come la polemica nata per il commento su Las Vegas e sulla voglia di Liberty Media di inseguire più la ragion di business che quella sportiva. Max vuole parlare di pista, di competizione, il campo dove è più forte e dove si sente imbattibile. Certo questa F1 super carica di impegni, con un calendario fittissimo e viaggi estenuanti da una parte all’altra del mondo non gli piace poi molto. Fosse per lui si gareggerebbe solo nelle location storiche, sui tracciati che hanno regalato qualcosa al passato del Motorsport.

Verstappen, il bellissimo elogio per il Mugello: “Lo vorrei nel calendario della F1”

Una delle piste universalmente più amate dai piloti è certamente il Mugello. Per i centauri della MotoGP è forse quella più difficile e affascinante da affrontare, ma anche per le Formula 1 si è dimostrata essere davvero fantastica.

Verstappen adora il Mugello
La clamorosa rivelazione di Max Verstappen (TShot – ANSA)

 

Nel 2020, causa Covid e stravolgimento del calendario, il Circus ha corso proprio in Toscana, con la Ferrari che festeggiò lì i suoi 1.000 GP in F1. Parlando al podcast del team Red BullTalking Bull, Verstappen ha voluto dedicare un pensiero proprio al GP del Mugello:Sarebbe una delle piste da aggiungere in calendario, se potessi decidere io. Con quelle curve veloci è davvero bello da affrontare”. 

Nell’unica occasione avuta per confrontarsi con l’autodromo italiano, però, Super Max non fu fortunato. Dopo essersi qualificato come terzo, uscì dopo pochi metri, coinvolto in una carambola con Raikkonen e Gasly e accusando dei problemi alla power unit Honda. Per un perfezionista come lui deve essere rimasta dentro la voglia di primeggiare anche lì, visto che dei 32 circuiti in cui ha corso in F1 è l’unico su cui non è riuscito a salire almeno sul podio.

Impostazioni privacy