Sainz distrutto: tutto contro di lui

Carlos Sainz è veramente a pezzi dopo il fine settimana di Abu Dhabi, l’ultimo del Mondiale 2023: tutto è girato storto.

Il finale di stagione si è rivelato un vero e proprio incubo per Carlos Sainz, che sperava di concludere questo Mondiale 2023 di Formula 1 in maniera decisamente diversa. Lo spagnolo ha vissuto un weekend orribile ad Abu Dhabi, dove è partito solo in sedicesima posizione e ha concluso il suo Gran Premio al 18esimo posto.

F1, colpo di scena Sainz
F1, svolta a sorpresa su Sainz (LaPresse) – tshot.it

Il fine settimana ‘horror’ di Sainz è cominciato già nelle PL2 del venerdì, con lo schianto contro il muro che aveva già fatto capire che per il ferrarista sarebbe stato un weekend molto complicato. Nelle qualificazioni il pilota iberico è stato eliminato già in Q1 e anche in gara non è mai riuscito a trovare il ritmo giusto.

In seguito al pessimo risultato di Abu Dhabi lo spagnolo ha visto sfumare la possibilità di centrare il quarto posto in classifica piloti (è finito dietro a Leclerc, Norris e Alonso) e non è nemmeno riuscito ad aiutare la Ferrari a scavalcare la Mercedes e terminare al secondo posto in classifica Costruttori.

Sainz distrutto dopo Abu Dhabi: è andato tutto storto

Davvero un peccato per Sainz, che dopo lo scontro con il tombino sollevato di Las Vegas che lo ha costretto a partire dieci posizioni più indietro in griglia ha dovuto fare i conti anche con i tantissimi problemi vissuti sul circuito di Yas Marina. Lo stesso pilota della Rossa l’ha definita “una gara veramente difficile“, sottolineando come per tutto l’anno la sua Ferrari ha avuto problemi quando è partita con la gomma dura.

Tutto contro Sainz: weekend da incubo
Tanta sfortuna per Sainz: è andato tutto male – Foto ANSA (Tshot.it)

Nell’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport F1 il pilota 29enne ha spiegato di essersi affidato alla fortuna per provare ad arrivare tra i primi dieci. Purtroppo non è servito sperare nemmeno in questo: dall’incidente di Las Vegas sembra proprio che sia girato tutto storto. Sainz riconosce di aver perso tantissimi punti in queste due gare e questo andamento così negativo ha impedito alla Ferrari di arrivare seconda tra i Costruttori.

Eppure Sainz è l’unico pilota che in questo Mondiale 2023 è riuscito a interrompere il dominio della Red Bull, anche se solo per una gara. Il ferrarista ha conquistato il successo nel Gran Premio di Singapore, l’unica gara dove la scuderia di Milton Keynes non ha piazzato una sua monoposto sul gradino più alto del podio. Lo spagnolo deve ripartire da quanto di buono fatto in questa stagione, dimenticando le ultime due gare e ritrovando fiducia per un 2024 che deve vedere la Ferrari di nuovo protagonista.

Impostazioni privacy