Salto in classifica ATP: bomba Sinner, che balzo

Continuano ad arrivare importanti soddisfazioni per quanto riguarda l’uomo del momento nel mondo del tennis, ovvero Jannik Sinner

Non è affatto un mistero che il nativo di San Candido, in questo ultimo periodo, stia facendo molto parlare di sé. Ed il motivo è fin troppo ovvio. Prima per essere arrivato in finale nell’ATP di Torino contro Novak Djokovic (anche se in quella occasione il serbo ha avuto la meglio), poi per aver portato l’Italia a vincere la Coppa Davis: una competizione che mancava da ben 47 anni.

Colpo di scena Sinner, che balzo in classifica
Jannik Sinner, altra soddisfazione in arrivo – Tshot.it (Foto LaPresse)

Un periodo che difficilmente potrà mai dimenticare il classe 2001 che si è preso una importante rivincita, a distanza di pochi giorni dall’ultima volta, contro lo stesso Djokovic nella semifinale del torneo di Malaga. In queste ultime ore, però, si sta parlando di lui per un altro grande successo. In realtà si tratta di un evidente passo in avanti della sua carriera.

Sinner, altre soddisfazioni in arrivo: i numeri parlano chiaro

Dopo il Major di New York il nostro Sinner ha perso solamente due dei 19 incontri: rispettivamente contro Ben Shelton (in quel di Shangai) e, appunto, contro Novak Djokovic nel capoluogo piemontese. Come tutti ben sanno, però, le gare nella competizione a squadre nella città spagnola non portano alcun tipo di punto nel ranking dell’ATP. Anche se, allo stesso tempo, si è capito chiaramente che Sinner si trova agli stessi livelli di Djokovic. Insomma, il suo futuro è decisamente molto roseo.

Sinner, posizione in classifica da capogiro
Jannik Sinner, altra soddisfazione in arrivo – Tshot.it (Foto LaPresse)

Le novità, però, non sono affatto finite qui visto che direttamente dal suo sito ufficiale, arrivano aggiornamenti importanti da Jeff Sackmann. Quest’ultimo ha voluto fornire una maniera alternativa per poter giudicare i tennisti. In particolar modo alla classifica ELO. Non è altro che un algoritmo dove vengono valutate le qualità dell’atleta sulla base del rivale. Per dare un giudizio finale, però, bisogna considerare solamente due fattori importanti.

In primis quello riguardante le partite che si sono disputate. Di conseguenza il valore dell’avversario che è stato affrontato, senza dimenticare anche il valore della sconfitta da parte di un atleta. Per poter far parte di questa speciale classifica gli atleti in questione devono almeno aver partecipato a 10 tornei nelle ultime 52 settimane. Una classifica che considera anche possibili assenze dal circuito. In conclusione, però, arrivano aggiornamenti importanti per lo stesso Sinner.

L’italiano, infatti, si trova al secondo posto in questa graduatoria ‘ELO’. Al primo posto il mostro sacro del tennis come Novak Djokovic. Al terzo posto c’è Carlos Alcaraz. Poi troviamo: 4) Daniil Medvedev, 5) Alexander Zverev, 6) Andrey Rublev, 7) Grigor Dimitrov, 8) Hubert Hurkacz, 9) Stefanos Tsitsipas, 10) Taylor Fritz.

Impostazioni privacy