Schumacher, l’ultima indiscrezione: “Tutto può accadere”

Sarebbe ancora tutto possibile, ecco infatti cosa emerge dall’ultima indiscrezione, coinvolto anche Schumacher.

Sembravano dover finire, almeno per un po’, le voci di mercato con l’inizio del campionato di Formula 1. Invece quella di Hamilton alla Ferrari, su questa c’è anche l’ufficialità per l’anno prossimo, non è l’unica notizia a riempire le pagine web ed i quotidiani che si interessano di motori. A quanto pare infatti, quello che verrà, sarà un anno davvero movimentato sotto quest’aspetto e non solo perché in Mercedes hanno bisogno di trovare il sostituto di The Hammer.

Ralf Schumacher promuove Verstappen in Mercedes
F1: tutto può ancora accadere (tshot.it – Ansa foto)

Quello del fortissimo inglese infatti potrebbe non essere l’unico addio d’eccezione nel mondo della F1 ed il tutto nasce dal terremoto Red Bull. Prima le accuse a Christian Horner, poi le conseguenti dichiarazioni del padre di Max Verstappen ed ora gli anglo-austriaci tremano. L’olandese potrebbe davvero andar via a fine stagione e chiudere un sodalizio che per ora sembrerebbe imbattibile su pista.

Ultim’ora Schumacher, tutto può accadere

Verstappen ha vinto 19 gare su 22 nel 2023 e, da come è iniziato l’anno nuovo, sembrerebbe dover fare la differenza anche in questo campionato. Infatti è stato proprio il classe ’97, in Bahrain, a chiudere il week-end con un Grande Slam non dando mai dubbi sul possibile vincitore della Gara domenicale. Ebbene, per ora la potenza della RB20 è l’unica certezza per il figlio d’arte: alla Red Bull dovranno stare attenti.

Verstappen in Mercedes, per Ralf è possibile
Ralf Schumacher: ecco cos’ha detto (tshot.it – Ansa foto)

A Sky Germania intanto, ha parlato della possibilità di una trattativa molto chiacchierata come quella che vedrebbe Verstappen andare alla Mercedes, l’ex pilota tedesco, Ralf Schumacher. Il quarantottenne ha ammesso quelle che sono le proprie idee sull’argomento: “Sicuramente la situazione interna della Red Bull sta dando forza a questo scenario e finché non si sarà tutto chiarito, magari con delle scuse o con le dimissioni di qualcuno, il caso non si smonterà mai del tutto”.

Fa riferimento proprio alla scuderia anglo-tedesca, l’ex pilota di Jordan, Williams e Toyota. Infatti, ora che il mondo della F1 è stato scosso da un’improbabile trattativa di mercato, il fratello minore di Michael non vede perché il tutto non possa riaccadere. “Il danno per il marchio Red Bull è gigantesco – ha concluso il nativo di Hürth – e ci sono delle tensioni che devono essere affrontate rapidamente. Ad ogni modo, personalmente, non mi sento di escludere un approdo di Max a Brackley”.

Impostazioni privacy