Scontro dopo la partita: “Episodi gravissimi, alziamo la voce”

Clima tesissimo in Serie A dopo l’ultima partita decisiva e che ha portato con sé tantissime polemiche. Botta e risposta durissimo.

Siamo alla fine della stagione e i punti pesano tantissimo per molte squadre. Tra lotta europea e lotta salvezza ancora in pieno momento caldo, il clima non può che essere rovente. Lo scorso fine settimana c’è stata una partita in particolare che ha suscitato molte polemiche e una bufera a causa di alcuni episodi controversi. Da questo è nato un vero e proprio litigio a distanza, con toni anche molto forti e prese di posizione importanti.

Clima tesissimo tra Udinese ed Empoli
Le squadre alzano la voce, clima teso – (Foto Canva) – tshot.it

La partita in questione è stata Udinese-Empoli, con gol annullato a Maleh e un rigore concesso all’Udinese oltre il 100° minuto. Due episodi che hanno penalizzato i toscani. Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, non ha nascosto il disappunto, con parole dure a Radio Sportiva: “Sono episodi gravissimi. Rispetto ad altri presidenti, forse ho meno forza mediatica per alzare la voce e influenzare“. Corsi ha poi cercato anche di motivare la squadra: “Non c’è però tempo per piangerci addosso, la partita contro la Roma deve essere decisiva. Concentriamo le attenzioni su questa gara, tutto il resto può distrarci”.

La risposta dell’Udinese, però, non si è fatta attendere ed è arrivata attraverso il direttore generale Franco Collavino, che ha risposto con una lunga nota pubblicata sul sito ufficiale. Ha sottolineato l’approccio equilibrato dell’Udinese nell’analizzare gli episodi arbitrali, evitando sempre polemiche a caldo.

Udinese-Empoli, toni duri e dettagli

Collavino ha difeso la decisione del VAR, spiegando che “L’intervento del VAR non lascia dubbi: Niang colpisce al volto Kristensen col gomito”. È poi passato al contrattacco, citando il rigore concesso all’Empoli, su cui invece ha detto: “I due giocatori arrivano insieme sulla palla e, anzi, l’attaccante dell’Empoli interviene con la gamba tesa”.

Udinese-Empoli, clima teso dopo la partita
Le proteste in Udinese-Empoli per le decisioni arbitrali – (Foto ANSA) – tshot.it

La situazione di classifica di Empoli e Udinese ora è critica, con l’Empoli messo peggio. I toscani devono necessariamente battere la Roma per garantirsi la salvezza, sperando che l’Udinese non vinca. Se però i bianconeri perdessero, basterebbe un pareggio all’Empoli. L’Udinese è padrona del proprio destino: se vince è salva, se pareggia deve sperare che l’Empoli non vinca, se perde deve sperare che l’Empoli faccia altrettanto.

L’incontro tra Udinese ed Empoli a fine stagione è stato ovviamente caldissimo e, come spesso campita, ha portato con sé diverse polemiche per le decisioni arbitrali, che sono sempre cruciali. Le dichiarazioni dei dirigenti delle due squadre sottolineano quanto il clima sia teso, andando anche oltre le righe con parole forti, soprattutto dal lato empolese. Il finale di campionato con l’ultima partita si preannuncia caldissimo.

Impostazioni privacy