Scontro totale con Allegri: è successo il finimondo

Situazione sempre più tesa in casa Juventus per Massimiliano Allegri: lo scontro con l’allenatore è totale, è successo il finimondo.

La situazione in casa Juventus si fa sempre più incandescente per quanto riguarda la panchina. Max Allegri è sempre più un caso e rischia di esserlo anche in vista dell’anno prossimo, quando la società sarà chiamata a prendere una decisione in vista della prossima stagione. Con ogni probabilità, nonostante un altro anno di contratto, l’ex Milan non sarà più l’allenatore della Juve. Quanto successo durante questa annata ha scontentato tutti.

Allegri-Juve, scoppia il finimondo
Scontro totale con Massimiliano Allegri – (ANSA) – tshot.it

Un altro segno di squilibrio, uno scontro, si è avvenuto poco dopo la partita contro la Fiorentina, secondo quanto riportato da Momblano. Nonostante la vittoria che ha rilanciato la Juve dopo 7 punti in 9 partite, ora diventati 10 in 10, l’allenatore è andato allo scontro totale con la dirigenza.

Diversi i motivi che hanno portato l’attuale tecnico bianconero a scontrarsi con la dirigenza. Segno di un rapporto ormai deteriorato e che porterà all’inevitabile addio a fine campionato, comunque vada. Resta da capire quale sarà la formula, se ci sarà un addio consensuale o si procederà al più classico degli esoneri.

Juve-Allegri, è scontro totale: è successo il finimondo, la situazione

Nel corso del campionato alla società non è piaciuto, per usare un eufemismo, la gestione del girone di ritorno con i pochi punti raccolti. Il tecnico bianconero, già sulla bocca di molti ad inizio stagione che storcevano il naso alla sua riconferma, aveva guadagnato diversi punti di credito grazie ad un girone d’andata con i fiocchi, con la Juve in piena lotta scudetto e il lancio di diversi giovani.

Scontro totale con Allegri, succede il finimondo
Massimiliano Allegri contro la società: finimondo alla Juve – (ANSA) – tshot.it

Poi il repentino cambio di passo, in negativo, nel 2024. Adesso Max è sulla graticola ed è pronto ad essere silurato. Ma anche il tecnico è tutt’altro che contento della sua situazione a Torino. Allegri, infatti, si sente poco protetto dalla dirigenza. Al di là di voler maggior chiarezza sul contratto, ad un anno dalla scadenza con la società che non gli ha ancora comunicato nulla, all’ex Milan non è per nulla piaciuta la scelta della società di non schierarsi di fianco al proprio allenatore durante la stagione.

Come se Allegri fosse stato lasciato in balìa degli eventi e come unico capro espiatorio quando le cose non sono girate per il verso giusto. Il tecnico è in tensione con la società e anche con una parte dello spogliatoio, la cosa sarebbe emersa fuori subito dopo la gara contro la Fiorentina. Non si sente protetto della società e ora vuole maggiore chiarezza.

Impostazioni privacy