Serie A stravolta, cambia tutta la classifica

Il mondo del calcio è in continua evoluzione e ogni anno c’è qualche proposta volta a stravolgere i regolamenti: scoppiano le polemiche

Il mondo del calcio è in continua evoluzione. Nell’arco degli ultimi vent’anni i cambiamenti che hanno stravolto lo sport più seguito al mondo sono stati numerosissimi. Quello più netto è stato sicuramente l’introduzione del Var, tanto richiesto in passato, ma ora non amato da tutti. Ci sono i più conservatori che sono totalmente contrari all’utilizzo della tecnologia, mentre i progressisti sono favorevoli ma credono che lo strumento possa essere migliorato.

Serie A, nuovo colpo di scena in classifica
Classifica Serie A, rischio stravolgimento (LaPresse) – tshot.it

Di certo il movimento ha avuto modifiche spesso in nome del denaro. I Mondiali a dicembre in Qatar, le varie Supercoppe disputate prima in Cina e poi nei paesi arabi, l’aumento del numero delle partite e delle competizioni sono dibattiti sempre più aperti che hanno portato discussioni accese. Allenatori e giocatori hanno più volte lanciato appelli per la riduzione del numero degli impegni, ma Fifa e Uefa sembrano non volerci sentire.

Ma non è tutto: i cambiamenti saranno sempre di più. Se dal prossimo anno verrà variata la struttura delle coppe europee (non più a otto gironi ma con un unico raggruppamento), altre tematiche riguardano proprio le regole del gioco, come ad esempio quella del fuorigioco. C’è la possibilità, infatti, che si possa tornare al concetto di “luce” per evitare di annullare reti per mezzo piede in offside.

Shock in Serie A: classifica stravolta!

Ma qualcosa potrebbe riguardare anche la questione classifica. Da tempo, infatti, si parla di una modifica delle retrocessioni nel nostro campionato e il Presidente della Figc Gabriele Gravina è al lavoro per trovare una soluzione. L’obiettivo è quello di creare un sistema economicamente più sostenibile, ma non riducendo il numero delle squadre del campionato, come da molti proposto.

Gravina classifica stravolta retrocessioni
Gravina stravolgimento incredibile: tifosi scioccati (LaPresse) – tshot.it

 

L’idea sarebbe quella, infatti, di adottare una modalità delle retrocessioni già utilizzata in Bundesliga e in Ligue 1, ossia quella dello spareggio dove la terzultima della Serie A si sconterebbe contro la terza della Serie B. Oppure, addirittura, di ridurre a due il numero delle squadre costrette a lasciare il campionato di massima serie.

Sono tutte ipotesi che non trovano al momento grossi riscontri, anche perché negli ultimi anni la lotta per la sopravvivenza in Serie A era sempre relegata ad un massimo di due o tre squadre, con almeno uno o due club già dati per spacciati a metà stagione. Questo di certo abbasserebbe ulteriormente l’appeal e l’obiettivo delle società di medio-bassa classifica, con il rischio di avere partite che non avrebbero nulla da dire già da febbraio in poi.

Impostazioni privacy