Sinner detta legge: il grande tennis in diretta tv in chiaro

La vittoria di Jannik Sinner in Australia e la crescita esponenziale della passione per il tennis potrebbe portare a una svolta in Italia.

Lo sportivo italiano del momento è senza dubbio lui. Jannik Sinner, l’uomo che ha riportato il tennis maschile italiano ad altissimi livelli. Vero è che tutto il movimento azzurro in questo ambito sta vivendo una fase molto brillante e positiva, ma il numero 4 al mondo è il fuoriclasse che attendevamo da tempo.

Sinner, svolta sugli eventi in TV
I trionfi tennistici di Sinner sbarcheranno in TV (Ansa) – Tshot.it

Sinner è reduce dalla vittoria del suo primo torneo del Grande Slam. Agli Australian Open è stato praticamente perfetto, abbattendo tutti gli avversari incontrati sul proprio cammino e rimontando in finale Medvedev da una situazione di due set a zero a sfavore. Forza atletica, mentale e caratteriale da vendere per questo fuoriclasse.

Intanto, dopo aver rinunciato sia alla partecipazione come ospite a Sanremo ed al torneo di Marsiglia, settimana prossima Jannik tornerà in campo nell‘ATP 500 indoor di Rotterdam. Tanta la voglia di rivedere il classe 2001 all’opera. Ma intanto, proprio grazie alle sue prestazioni esaltanti, in Italia potrebbe arrivare una svolta per quanto riguarda la trasmissione dei tornei di tennis più rilevanti.

Un decreto per poter vedere Sinner e compagni in chiaro

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, potrebbero cambiare le cose per quanto riguarda la messa in onda dei maggiori eventi tennistici dell’anno. La finale Sinner-Medvedev a Melbourne è stata trasmessa da Eurosport solo tramite pay tv o piattaforme aderenti, tutte a pagamento.

decreto per poter vedere Sinner e in chiaro
Si potrà seguire Sinner e gli altri campioni anche in chiaro (Ansa) – Tshot.it

Lo share è stato altissimo, ma figuriamoci se fosse stata trasmessa in chiaro in uno dei canali generalisti. Ecco perché si parla di un possibile decreto ministeriale che consenta (o addirittura obblighi) la trasmissione delle finali dei tornei di tennis sui canali in chiaro. L’idea potrebbe partire dalle finali del Roland Garros a Parigi, prossimo torneo dello Slam internazionale.

Attualmente vige una delibera dell’AGCOM, del 2012, secondo cui “gli eventi considerati di particolare rilevanza per la società, non possono essere trasmessi solo in forma codificata, al fine di assicurare ad almeno l’80% della popolazione italiana la possibilità di seguirli su un palinsesto gratuito senza costi supplementari”.

Questa vecchia delibera riguarda solo semifinali e finali di Coppa Davis e Fed Cup. Ma se fosse estesa con un nuovo decreto ad altri tornei di tennis, soprattutto i più importanti della stagione, sarebbe un’opportunità in più per sviluppare l’attenzione su questo sport e l’affetto per Sinner.

Impostazioni privacy