“Sinner numero 1 del mondo”, terremoto nel ranking Atp

Il miglior tennista italiano sta sfruttando gli ultimi giorni di vacanza prima della nuova stagione che si preannuncia entusiasmante

Un 2023 da star, forse oltre miglior pronostico. Gli ultimi 12 mesi sono stati quelli della definitiva consacrazione per Jannik Sinner che entrato di prepotenza nell’élite del tennis mondiale. L’altoatesino ha alzato notevolmente il livello del proprio tennis dimostrando non solo di potersela giocare, ma anche di poter vincere contro i migliori al mondo come Daniil Medvedev, Carlos Alcaraz e soprattutto Novak Djokovic.

Sinner numero 1 tifosi entusiasti
Sinner nuovo numero 1: tifosi impazziti (LaPresse) – tshot.it

 

Dopo una prima parte di stagione con buoni risultati ma non eccezionali, la vera svolta dell’azzurro è avvenuta dopo il raggiungimento della prima semifinale slam, a Wimbledon, dove a ceduto contro il numero 1 al mondo. Quel risultato gli ha dato la giusta convinzione che gli ha permesso ad agosto di aggiudicarsi il primo Master 1000 della carriera a Toronto e successivamente i titoli Atp 500 di Shanghai e Vienna che l’hanno proiettato alla quarta posizione della classifica, il suo best ranking.

Ma il vero e proprio salto, il tennista di San Candido, l’ha compiuto nel mese di novembre quando ha prima raggiunto la finale alle Atp Finals di Torino dove è stato sconfitto ancora da Djokovic e poi soprattutto quando ha trascinato la Nazionale azzurra alla conquista della seconda Coppa Davis della propria storia, 47 anni dopo il primo successo.

Sinner numero 1: annuncio e festa!

Questo enorme salto è stato notato ovviamente anche dagli addetti ai lavori che l’hanno premiato come giocatore maggiormente migliorato nel corso dell’ultimo anno. Ora nel 2024 in molti si aspettano non solo una riconferma, ma anche un qualcosa in più da parte del classe 2001 che è pronto per aggiudicarsi i tornei più importanti del circuito.

Sinner rivelazione incredibile
Sinner, l’ex giocatore è sicuro: rivelazione incredibile (LaPresse) – tshot.it

 

L’obiettivo è sicuramente quello di ben figurare negli slam, a partire dall’Australian Open di gennaio e c’è chi ne è convinto: ““Fino a qualche mese fa, sembrava che Alcaraz fosse l’unico in grado di battere Djokovic. Oggi, invece, la gente pensa che ci sia anche Sinner, sta percorrendo la strada giusta”, ha commentato l’ex tennista spagnolo Alex Corretja. Poi l’ex giocatore ha aggiunto: “Ha migliorato moltissimo il suo gioco. Ha aggiunto variazioni che gli serviranno per essere pronto a vincere uno Slam: gioca più spesso a rete, ha imparato a giocare in drop. Per vincere uno Slam bisogna essere in grado di fare qualcosa di diverso e lui l’ha capito. Penso che un giorno riuscirà a diventare numero 1 al mondo“.

Insomma anche i connazionali dell’altro baby gioiello, Carlos Alcaraz, credono che il grande duello del prossimo decennio sia proprio tra loro due.

Impostazioni privacy