Sinner, spunta un video davvero singolare: coinvolto anche Berrettini

Jannik Sinner protagonista insieme a Matteo Berrettini e anche Lorenzo Musetti in un video come mai li avevamo visti prima

Il tennis italiano sta vivendo oggi un momento molto bello della sua storia grazie alla vittoria della seconda Coppa Davis a distanza di 47 anni dall’ultima volta. È stato un traguardo memorabile per la Nazionale che adesso può aprire un ciclo potendo contare su giocatori forti e giovani che si stanno imponendo anche nel circuito Atp.

Sinner e Berrettini protagonisti in un video
Sinner e Berrettini, così non li avevamo mai visti prima (LaPresse) – Tshot.it

Sinner è il numero uno d’Italia in questo momento avendo raggiunto la quarta posizione del ranking mondiale. Musetti ha dimostrato di poter essere un ottimo giocatore con il suo tennis elegante ed efficace, mentre Arnaldi è da poco entrato in top 50 e ci sono molti margini di miglioramento. Poi, c’è anche Matteo Berrettini, in attesa di tornare in campo dopo i vari infortuni che ne hanno rovinato la stagione.

Insomma, questi tennisti rappresentano il motivo per cui il tennis italiano è tornato a brillare nel mondo e così le attenzioni mediatiche su di loro stanno crescendo a livelli mai visti in epoca recente, tanto che Sinner, Musetti e lo stesso Berrettini sono stati protagonisti di una particolare iniziativa organizzata dal loro sponsor tecnico dove li vediamo misurarsi in una prova davvero singolare.

Sinner, Berrettini e Musetti protagonisti: così non li avevamo mai visti, il video

Già il titolo è tutto un programma: “The ‘Mini’ Italian Job“. Il riferimento è ad un film del 2003, “The Italian Job” per l’appunto, dove un gruppo di rapinatori, interpretati da attori famosi come Mark Wahlberg, Edward Norton e Jason Statham, mettono a punto un piano per svaligiare una serie di furgoni portavalori al volante di tre Mini Cooper.

Musetti, Sinner e Berrettini in un video singolare
Musetti, Sinner e Berrettini si danno “battaglia” – Tshot.it

Solo che nel caso dei tennisti azzurri non c’è da compiere alcuna rapina, bensì una gara con delle piccole auto telecomandate. Sinner, Musetti e Berrettini vi arrivano vestiti con una tuta da pilota, ciascuna di un colore diverso: Lorenzo verde, Jannik bianca e Matteo rossa, andando così a comporre il tricolore italiano.

Il compito è vincere una sfida di tre gare con la propria macchinina, guidandola a distanza attraverso un circuito allestito per l’occasione su uno dei campi da tennis di Indian Wells. I tre si divertono e non manca neanche qualche colpo di scena durante le prove. Alla fine, però, è il romano ad aggiudicarsi la sfida, avendo vinto due delle tre manche in programma.

Insomma, un bel momento per i nostri portabandiera, in attesa di rivederli nuovamente protagonisti in campo… ma con la racchetta da tennis.

Impostazioni privacy