Stravolto tutto, penalizzazione di 1 punto nel campionato italiano

Ancora un punto di penalizzazione per il club che deve così dire addio ai propri sogni di gloria: la mazzata è pesante.

Nuovo caos per il calcio italiano che continua a vivere uno dei suoi momenti meno gloriosi. Si sta cercando in tutti i modi di rivoluzionare il mondo del pallone in questo Paese ma la sensazione è che nulla sia destinato a cambiare. Dal 2006, anno in cui è stata vinta l’ultima Coppa del Mondo dalla Nazionale, l’Italia non sembra aver fatto chissà quale significativo passo in avanti.

Club penalizzato di un punto
Club nei guai, arriva u punto di penalizzazione (LaPresse) – Tshot.it

Anzi, la paura è che sono stati commessi molti errori, da un punto di vista gestionale, e che ora sia troppo tardi per porre rimedio. Altro che Serie A a 18 squadra, proposta tra l’altro bocciata, di questo passo chi rischia di scomparire definitivamente sono le categorie minori. Quello che succede nella massima divisioni, tra plusvalenze fittizie e altre problematica, sembra essere solo la punta dell’iceberg.

Sotto alla Serie A ci sono tante altre categorie che continuano ad essere mal gestite e si trovano poi costretti a fare i conti con la burocrazia: penalizzazione in arrivo per il club che di questo passo rischia di perdere le redini della propria stagione.

Nuova penalizzazione, guai in arrivo per il club

Altro punto sottratto alla formazione laziale che da inizio anno ad oggi ne ha persi in totale già 5. Il motivo questa volta è dovuto ai mancati pagamenti di tre giocatori, brutte notizie per la Nuova Florida che ad inizio anno sperava di essere grande protagonista in Serie D. Invece la compagine di Ardea è costretta e rimanere relegata in bassa classifica.

Nuova penalizzazione in Italia
Club nel caos, arrivano nuovi guai (LaPresse) – Tshot.it

Una buona notizia per le rivali ma una pessima novità per il club biancorosso che torna così a fare i conti con la penalizzazione. La Serie D è un campionato semiprofessionistico interregionale che ha grande fascino ma ha anche diversi problemi. Alcuni di questi sono dovuti al fatto che tante società hanno deciso di stipendiare sopra la media alcuni dei suoi calciatori.

Decidendo di farsi carico di alcune spese che, vedi la Nuova Florida, in realtà non sono in grado di sostenere. Quindi è ancora questa la soluzione migliore, riempire la Serie D di vecchie glorie con la speranza di vincere i campionati a costo di andare in bolletta, oppure sarebbe meglio trasformarla in un campionato dedicato ai giovani? La risposta non è facile ma la cosa certa è serviranno presto nuove e riforme per tutti.

Impostazioni privacy