Stretta contro il “pezzotto”: accuse di furto, cosa succede a chi lo usa

Il calcio italiano vive un periodo estremamente complicato sotto tutti i punti di vista: anche per gli utenti si fa difficile seguire lo sport.

L’Italia è uno dei Paesi più vivi e attivi al mondo nel tema dello sport e soprattutto sul calcio. Seguire il calcio, però, in Italia, sta diventando sempre più difficile e complesso dal punto di vista economico. Le offerte di DAZN sono aumentate perché nel corso degli anni c’è stato un fortissimo sviluppo del “pezzotto” – che il mondo del calcio sta provando a combattere – che ha costretto l’azienda a dover incassare di più.

DAZN e la Serie A contro il pezzotto
DAZN e Serie A, stretta contro il pezzotto (ANSA) – tshot.it

Negli ultimi mesi c’è stata una stretta decisiva e totale nei confronti di chi utilizza il pezzotto che ha portato a multe salatissime per migliaia di utenti.

Furto del calcio, stretta totale della Serie A

Il mondo del calcio in Italia vive una stretta decisiva contro il pezzotto. La volontà dei vertici del calcio italiano è quella di arrivare a garantire un servizio eccezionale a tutti i tifosi ma per farlo c’è bisogno di unirsi contro la pirateria nel calcio.

La fruizione del calcio è diventata un lusso per i cittiadini italiani. DAZN ha annunciato l’aumento dei prezzi per la prossima stagione ed è impazzata la protesta degli utenti.

Secondo le ultime notizie, infatti, la Serie A sta combattendo al fianco del Governo per riuscire a scovare tutti coloro che utilizzano il pezzotto e penalizzarlii pesantemente, con gravi accuse di furto.

De Siervo sul pezzotto: le parole dell’ad della Serie A

Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, ieri era presente al Festival della Serie A tenutosi a Parma e tra i tanti temi ha affrontato anche quello relativo all’utilizzo del pezzotto. Chi si fornisce di tale strumento commette un vero e proprio “furto” al mondo del calcio e alle aziende che ne permettonon la visione.

La battaglia più grande è quella contro la pirateria“, ha sottolineato l’ad della Serie A De Siervo, “contro chi si approfitta di questo spettacolo rubando il futuro di questo sport”.

E poi analizzando gli altri problemi del calcio italiano ha sottolineato che “c’è il tema di calendario troppo denso. Negli ultimi anni la Serie A non ha aumentato il numero delle gare, anzi si sono ridotte con meno partite di Coppa Italia. FIFA e UEFA, invece, hanno duplicato se non triplicato gli eventi“.

Pezzotto per vedere la Serie A: piovono multe
Pezzotto per la Serie A (ANSA) – tshot.it

Multe a chi usa il pezzotto: le cifre

Chi utilizza il pezzotto rischia di essere multato pesantemente dalla Guardia di Finanza. La situazione è tenuta sotto controllo attraverso sistemi di tracciamenot che possono portare molti utenti a rischi enormi.

DAZN trasmetterà ancora la Serie A
DAZN-Serie A: stretta contro il pezzotto (ANSA) – tshot.it

Le multe per le singole persone che usano il pezzotto sono davvero vicine. La Guardia di Finanza e la Procura di Roma hanno firmato un protocollo d’intervento che rimuove l’ultimo ostacolo all’invio delle multe. L’importo delle multe andrà dai 150 ai 5.000 euro.

Impostazioni privacy