Svolta per il dopo Hamilton: è uscito allo scoperto

Lewis Hamilton lascerà la Mercedes al termine della stagione e ancora non si sa chi sarà il suo sostituto: l’ultima dichiarazione fa discutere.

Per rimpiazzare il sette volte campione del mondo servirà un nome importante ma al di là dei sogni difficilmente sarà Max Verstappen. L’attesa di Toto Wolff nella scelta è ovviamente legata al tentativo estremo di arrivare all’olandese.

Lewis Hamilton sarà sostituito a breve
Il nome del sostituto di Hamilton in Mercedes (tShot – ANSA)

Continua a tenere banco in Formula 1 il caso Red Bull, con la guerra intestina di potere tra Helmut Marko e Christian Horner. Al di là delle scaramucce e dei tanti rumors, alla fine però questo non dovrebbe portare ad una separazione da Max Verstappen. Il pilota olandese (primo anche a Suzuka) è concentrato solo sulla pista e ha l’unico interesse di guidare una vettura competitiva. Dal canto suo la Mercedes sta attendendo a lungo per decidere chi sarà il sostituto di Lewis Hamilton, proprio con il sogno di poter strappare il grande campione ai rivali.

Al momento non ci sono sviluppi in tal senso e quella che sembrava essere una suggestione realizzabile si sta lentamente allontanando dall’orizzonte del fattibile. Toto Wolff non ha fretta nel decidere chi sarà ad affiancare George Russell nella prossima stagione e si sta prendendo tutto il tempo necessario per piazzare il colpo. In ballo ci sono diversi nomi e soprattutto diverse strategie, ovvero profili più giovani e di prospettiva o gente dalla grande esperienza e pelo sullo stomaco.

Mercedes, Toto Wolff non ha ancora scelto il sostituto di Hamilton: “Ci serve tempo”

Parlando ai microfoni di Sky Sport F1, Toto Wolff ha dichiarato in merito al futuro pilota Mercedes: “Dobbiamo decidere sul futuro immediato per l’anno prossimo ma anche per il lungo termine e per questo dico che ci serve tempo”.

Toto Wolff sceglie il sostituto di Hamilton
La Mercedes non ha ancora il nome del post Hamilton (TShot – ANSA)

Uno dei nomi papabili è quello di Kimi Antonelli, che avrà la possibilità di guidare la W12, la vettura del 2021, in un doppio test al Red Bull Ring (16 aprile) e a Imola (fine aprile). Wolff sottolinea: “È un lusso avere il tempo per osservare lo sviluppo di Andrea e naturalmente le altre opzioni”. Nessuna fretta quindi nel decidere, anche perché le opzioni da valutare sono molteplici.

Nelle ultime ore è tornata a girare anche la suggestione relativa a Sebastian Vettel, che potrebbe rimettere piede nel Circus dopo un paio di anni sabbatici. Da non escludere anche la carta Fernando Alonso, che a discapito dell’età vorrebbe ancora una chance per lottare per il titolo. Lo stesso Sainz, che sta temporeggiando con l’Audi, potrebbe compiere il percorso inverso rispetto ad Hamilton. Al momento nulla si può escludere.

Impostazioni privacy