Tennis, ritiro choc per uno dei Big: tifosi sconvolti

Brutte notizie per uno dei Big del tennis mondiale, costretto al forfait per un problema accusato dopo le fatiche degli Australian Open.

Dopo la vittoria degli Australian Open, per Jannik Sinner è di nuovo il momento di tornare in campo per l’Atp 500 di Rotterdam. Un impegno difficile data la presenza di tanti campioni del tennis mondiale, ma dove comunque potrà puntare alla conquista del trofeo che lo manterrebbe in corsa per il tanto sognato primo posto nel ranking Atp.

Tennis, ritiro per il big
Tennis, che batosta per il campione: non ci sarà (Ansa) – Tshot.it

L’azzurro sta giocando magnificamente dal finale di stagione scorsa e ha continuato fino ad ottenere il suo primo successo Slam in carriera a Melbourne. Adesso, si candida quindi ad un ruolo da protagonista nel corso dell’anno, in cui ad attenderlo ci sono tanti impegni dove sarà chiamato a rispettare le alte aspettative che ormai si sono create su di lui.

Intanto, per lui sono arrivate buone notizie e cioè il ritiro dal torneo olandese di Danil Medvedev, uno dei suoi principali rivali e con lui finalista agli Australian Open. Per il russo è una vera e propria batosta in termini di classifica, dal momento che perderà i 500 punti conquistati con la vittoria dell’anno scorso. Il campione in carica lo ha annunciato a sorpresa ad una settimana di distanza dal via dell’evento.

Tennis, Daniil Medvedev si ritira dall’Atp di Rotterdam: occasione per Sinner

Purtroppo non potrò essere a Rotterdam – le sue parole riportate dal sito ufficiale dell’Atp di Rotterdam –. Dopo una lunga e dura lotta in Australia, il mio corpo (specialmente il mio piede destro) non ha recuperato abbastanza al punto da poter consentirmi di giocare e difendere il titolo“.

Medvedev, ritiro dall'Atp di Rotterdam
Sinner, l’assenza di Medvedev a Rotterdam è un’occasione da sfruttare (Ansa) – Tshot.it

Insomma, un annuncio che lascia un vuoto importante nel tabellone del torneo, che ora Sinner proverà a sfruttare. Adesso, infatti, ha l’occasione di salire in terza posizione della classifica mondiale per la prima volta in carriera. Ciò significherebbe un record non solo per lui, ma anche per tutto il tennis italiano, che non aveva un numero tre del mondo dai tempi di Nicola Pietrangeli, mentre nell’era Open il primato spetta a Panatta e allo stesso Jannik con la loro quarta posizione.

Ciò sarà possibile però soltanto in caso di vittoria del trofeo da parte dell’altoatesino che comunque, con l’assenza di Medvedev, ha un’occasione in più per riuscirci. Tra gli avversari che hanno più possibilità di mettergli il bastone tra le ruote ci sono Andrey Rublev, Holger Rune, Hubert Hurkacz e Alex de Minaur, tutte teste di serie, con Sinner che si presenterà a Rotterdam da numero uno del seeding dopo il forfait di Medvedev.

Impostazioni privacy