Ultim’ora Ferrari-Binotto: tutti a bocca aperta

Arriva una notizia ufficiale che riguarda l’ex team principal Ferrari Mattia Binotto, fermo dallo scorso anno dopo l’esonero dalla scuderia.

La stagione automobilistica 2023 si è appena conclusa. In Formula 1, come era preventivabile da mesi, è andato in scena il trionfo della Red Bull. La scuderia anglo-austriaca sta ormai dominando il mondo delle 4 ruote da competizione e Max Verstappen si è confermato campione del mondo, il compagno di team Sergio Perez al secondo posto e la Red Bull ovviamente campione del mondiale costruttori.

F1, colpo di scena sul futuro di Binotto
La grande novità su Mattia Binotto (Ansa) – Tshot.it

Deludente l’annata in linea generale della Ferrari. Il team di Maranello non è riuscito a tenere testa ai rivali nonostante le buone premesse. La Rossa si è tolta qualche soddisfazione, come il successo di Carlos Sainz a Singapore ed i due ultimi secondi posti di Charles Leclerc tra Las Vegas e Abu Dhabi. Gli alti livelli di un tempo però sono ancora lontani.

Questo è stato anche il primo anno di Frederic Vasseur come team principal Ferrari. Un’annata non facile per il francese, che ha preso il posto di Mattia Binotto, esonerato a fine 2022 per via dei troppi errori strategici in gara. Proprio su Binotto è arrivata una notizia molto interessante, che ne rimette in discussione la posizione in Formula 1.

Binotto, terminato il periodo di ‘attesa’: ora può firmare con un’altra scuderia

Infatti per Mattia Binotto il 30 novembre scorso è scaduto il cosiddetto gardening leave. Ovvero il periodo di sospensione da ogni attività ed incarico in Formula 1 che arriva automaticamente dopo la fine del rapporto con una scuderia in gara. Nel caso del manager svizzero, si è trattato di un periodo temporale di circa un anno dopo l’addio alla Ferrari, durante il quale non ha potuto lavorare per altre concorrenti.

Binotto-Ferrari, arriva un'ultim'ora
Finito il periodo di sospensione per Binotto (Ansa) – Tshot.it

Una regola della FIA che serve per evitare conflitti di interessi per personaggi di alto rango dell’automobilismo, per cercare di non far scaturire strategie e sotterfugi poco regolari. Binotto inoltre è comparso solo ai GP di Silverstone e di Monza solo come umile spettatore, per tornare nel frattempo a respirare aria di gare.

Da giovedì scorso Binotto è ufficialmente abile a firmare con altri team motoristici. Nelle scorse settimane il suo profilo da team principal è stato accostato a diverse scuderie, come Audi e McLaren. Ma il team più interessato e fattibile sembra essere l’Alpine, che ha da poco allontanato diverse figure dirigenziali. Se il team principal ad interim Bruno Famin non venisse riconfermato, Binotto potrebbe prendere in considerazione l’opzione francese.

Impostazioni privacy