Ultim’ora in Formula Uno, ora cambia tutto: la novità lascia di stucco

La Formula Uno è pronta ad una grande novità che cambia tutto nel mondo dei motori. L’ultima ora ha lasciato tutti i fan di stucco.

Diverse novità stanno attraversando il mondo dei motori e della Formula 1 negli ultimi tempi. Il cambiamento riguarda anche il numero dei Gran Premi disputati e soprattutto il loro luogo. In questo weekend si torna ad Imola, assente da due anni in quanto la scorsa stagione fu cancellato per l’alluvione che colpì l’Emilia Romagna. Si tratta di un secondo ritorno: per anni sulla pista emiliana non si era più corso, in quello che una volta era conosciuto come Gran Premio di San Marino.

Cambia tutto in Formula Uno
Cambia tutto in Formula Uno: i tifosi restano di stucco – (ANSA) – tshot.it

Ritornato col Covid, per evitare grandi spostamenti internazionali all’intera carovana della F1, il circuito italiano ha un contratto certo fino al 2025. Dunque solo fino l’anno prossimo l’Italia ha al certezza di aver bene due gare sul proprio territorio, attualmente è l’unica nazione europea ad avere questo primato. L’altro è quello di Monza dove si corre a settembre. Le cose però potrebbero cambiare nel 2026, se non dovesse essere confermata la tappa emiliana. Anche perché l’orientamento sembra essere quello di una Formula 1 rivolta verso altri Paesi al di fuori dell’Europa.

Formula Uno, ora cambia tutto: la novità lascia di stucco

Presto potrebbe esserci anche un’altra nazione europea ad ospitare due Gran Premi, ed è questa la novità sostanziale che sta facendo discutere i fan di Formula Uno e ragionare gli organizzatori. Ci riferiamo alla Spagna.

Formula Uno, cambia tutto: la novità lascia di stucco
La Ferrari di Charles Leclerc sarà presto protagonista su un nuovo circuito – (ANSA) – tshot.it

Il paese iberico, infatti, a partire dal 2026 vedrà l’aggiunta di un secondo circuito che andrà ad affiancarsi a quello storico di Barcellona. Si correrà anche a Madrid e sarà chiamato “Gran Premio di Spagna”. Si tratta di una vera e propria rivoluzione con due Gran Premi nel paese iberico almeno per quell’anno lì (2026) perché dal successivo potrebbe sparire la storica tappa di Barcellona, attualmente non in programma nel 2027 considerando il contratto in scadenza. Non è ancora detta però l’ultima parola.

Le ultime parole da parte di Kate Hodkingson, responsabile dello sviluppo delle corse e del mercato della F1, lasciano aperta una porta che fa ben sperare ai tifosi spagnoli. Secondo il dirigente, infatti, le due città di Madrid e Barcellona possono coesistere e avere due circuiti in Spagna in maniera fissa nelle stagioni a venire. “Il mercato spagnolo per la Formula Uno è molto importante” taglia corto Hodkingson, “con l’annuncio del Gran Premio di Madrid la nostra idea è di mantenere anche quello a Barcellona e avere così due gare”. La realtà è che al momento nessuna decisione è stata ancora presa, bisogna considerare vari aspetti ma di sicuro il mercato spagnolo per la F1 è molto importante”. 

Impostazioni privacy