Botta tremenda per il Milan: affare saltato, tutto da rifare

Il Milan deve rinunciare al grande affare: botta tremenda per i tifosi che dicono addio ad un sogno.

Poche altre volte in passato c’è stato così tanto fermento per la scelta di un nuovo allenatore. In merito al Milan non si parla d’altro: i tifosi vogliono solo sapere chi sarà l’erede di Stefano Pioli. Il loro preferito è uno e uno soltanto, e non da oggi: Antonio Conte, e basta.

Botta tremenda per il Milan: salta tutto
Zlatan Ibrahimovic pensa già alla prossima stagione (LaPresse) – tshot.it

L’unico che secondo la gran parte dei sostenitori rossoneri sarebbe in grado risollevare le sorti di una squadra con così tanto potenziale ma così poca anima. Le parole di Cristian Stellini, allenatore in seconda di Conte, ai microfoni di Telelombardia sono un segnale piuttosto chiaro: l’ex Inter e Juventus vuole il Milan e sta facendo di tutto per convincere la società a chiamare.

Accetterebbe il Milan senza dubbio“, aveva detto qualche giorno fa anche Gianluca Di Marzio. Conferme su conferme dunque, così come, allo stesso tempo, continuano ad arrivare rassicurazioni sul fatto che per il momento l’allenatore non è nei piani della dirigenza.

Conte ha detto sì al Napoli

Il Mattino ha parlato di un incontro fra il Milan e Conte nel corso di questa settimana. L’indiscrezione però non trova conferme. Anzi, tutt’altro. Alfredo Pedullà insiste: fra le parti ad oggi non c’è stato alcun contatto. Insomma, una situazione che non fa altro che creare ulteriore caos fra i tifosi rossoneri.

Botta tremenda Milan: Conte al Napoli
Antonio Conte nel mirino del Milan, ma attenzione al Napoli (LaPresse) – tshot.it

Se con il Milan non c’è niente, con il Napoli invece qualcosa bolle in pentola. Lo stesso Pedullà ha infatti parlato di un incontro nella città di Torino fra la società di De Laurentiis e Conte. Addirittura il giornalista di Sportitalia parla già di un principio di accordo sulla base di un contratto da 6,5 – 7 milioni più 2 milioni di bonus, che entrerebbero nella parte fissa del suo stipendio a partire dalla seconda stagione. Un’offerta che avrebbe convinto l’ex allenatore dell’Inter, che ha troppo voglia di tornare a lavorare in Italia e dal Milan non arrivano segnali.

Non resta altro che il Napoli, una squadra che gli può dare comunque subito la possibilità di vincere, soprattutto senza l’incombenza di una competizione europea il prossimo anno. Per quanto riguarda il mercato, nel corso della trattativa è probabile che Conte abbia chiesto garanzie. Non tanto su quanti soldi spendere ma piuttosto su quali caratteristiche puntare.

Ricordiamo che, a meno di colpi di scena, gli azzurri avranno a disposizione un grosso bottino dovuto alla cessione di Victor Osimhen, sempre più in ottica Premier League (il suo sogno è da sempre il Chelsea). Attenzione anche al Psg e anche al futuro di Kvaratskhelia, che con il sistema di Conte potrebbe trovare qualche difficoltà di adattamento.

Milan, smentite su Gallardo

Nelle ultime ore al Milan è stato accostato anche il nome di Marcelo Gallardo, ex River Plate licenziato dall’Al-Ittihad. Indiscrezione che però non trova conferme: l’argentino starebbe addirittura pensando di fare come Riquelme con il Boca Juniors e candidarsi alla presidenza del River, la squadra che ha allenato per tanto tempo e che ha portato in cima al Sud America.

Milan, smentite su Gallardo
Arriva la smentita riguardo Marcelo Gallardo (LaPresse) – tshot.it

Anche la candidatura di Gallardo quindi va depennata. Restano molto forti quelle di Paulo Fonseca del Lille e di Sergio Conceicao del Porto, più complicata invece la pista Roberto De Zerbi (per via della clausola con il Brighton) e Thiago Motta, ormai promesso sposo della Juventus e vero grande rimpianto della dirigenza rossonera.

La stagione è ormai ufficialmente conclusa con la conquista aritmetica prima della qualificazione alla prossima Supercoppa e poi del secondo posto. Mancano due partite alla fine e queste settimane saranno importanti per risolvere il futuro di Pioli, legato ai rossoneri da un contratto di un altro anno. Finché non si arriverà ad un accordo con lui, difficile l’annuncio del nuovo tecnico. Tutto potrebbe essere rimandato a fine campionato. Ai tifosi del Milan non resta altro che attendere.

Impostazioni privacy