Formula 1, l’attacco incredibile: ha insultato Schumacher

Un episodio davvero particolare fa restare a bocca aperta i fan di Schumacher, gli insulti ascoltati in Formula 1 sono stati clamorosi.

L’ex pilota Michael Schumacher da tempo sta lottando in campi extra sportivi. Un episodio pesantissimo è stato ricordato recentemente, qualcosa che i tifosi non digeriscono così a cuore leggero.

Attacco a Schumacher
Michael Schumacher, vincitore di sette titoli in F1 (ansa foto) – tshot.it

Michael Schumacher resta sempre un grande punto di riferimento per gli appassionati dei motori. Ha vinto cinque titoli mondiali con la Ferrari e due agli esordi con la Benetton, il suo impatto in Formula 1 è stato quello di un campionissimo difficile da imitare.

Da dieci anni Schumacher lotta per migliorare le sue condizioni dopo il gravissimo incidente sui monti francesi. Poche le notizie trapelate sul suo stato di salute, a breve parteciperà comunque al matrimonio della figlia Gina a Palma di Maiorca. Il momento particolare è un po’ turbato per i tifosi anche da un episodio che è stato ricordato forse con non troppo piacere.

Insulti a Schumacher, i dettagli

La vicenda è raccontata da Eddie Jordan, che conosceva molto bene Michael Schumacher: l’esordio in F1 avvenne proprio nella sua scuderia. Nel 1997, per altro, lo stesso Jordan aveva fatto esordire anche il fratello Ralf, allargando così la dinastia di famiglia nel mondo dei motori. In Argentina nel 1997, però, è successo l’episodio incriminato, che ha coinvolto sia Micheal che Ralf, tutto per colpa di un sorpasso.

Attacco a Schumacher in Formula 1
Eddie Jordan racconta un episodio di qualche tempo fa (Lapresse) – tshot.it

Un caso che i tifosi ricordano con non troppa felicità è stato nuovamente nominato al podcast “Formula for success”. L’ex proprietario del team omonimo ha apostrofato il Ralf Schumacher e Giancarlo Fisichella con un termine poco elegante in occasione del Gp sudamericano.

Ralf Schumacher tentò di sorpassare all’interno la Jordan di Fisichella con il risultato imprevisto di colpire invece il suo compagno di squadra: la Jordan prese il volo e si andò a schiantare in volo direttamente sulla Ferrari del fratello. Un capitombolo che fece arrabbiare moltissimo Eddie Jordan, l’ex proprietario del team ammise come perse davvero le staffe sentendosi anche poco gratificato per la sufficienza con la quale i piloti affrontavano le gare ai tempi.

Jordan è stato molto schietto ai microfoni del podcast: “Ho perso la testa per quell’incidente, le mie parole sono da censurare un po’ dovunque. Sono stato brutale contro Fisichella e Ralf, dicendo loro che non meritavano di stare in quell’auto e che li avrei licenziati entrambi”. Un episodio ricordato a distanza di anni, quindi, con Jordan arrabbiato con i suoi ex piloti del 1997 e sempre comunque affezionato a Michael Schumacher.

Impostazioni privacy