I tifosi non credono alle proprie orecchie: Sinner non preso in considerazione

Arriva in queste ultime ore uno smacco inatteso per Jannik Sinner, scartato un po’ a sorpresa per il futuro.

Le attenzioni di Sinner sono rivolte agli Atp di Rotterdam, il campione italiano cercherà di ripetersi anche se emerge una dichiarazione da tenere in considerazione per il futuro.

Sinner viene scartato
Jannik Sinner nella bufera (ansa foto) – tshot.it

Il ritorno in campo di Sinner conferma come l’attuale numero quattro del ranking Atp non voglia perdere tempo. Nelle scorse settimane ha trionfato agli Open di Australia e, dopo un periodo di pausa in cui è stato spesso un ospite istituzionale, anche in Olanda vorrà dimostrare tutta la sua forma in campo.

Il torneo di Rotterdam servirà a incrementare i suoi numeri, il secondo torneo stagionale sarà giocato con grande attenzione. I tifosi attendono già una nuova affermazione ma c’è chi si è mostrato molto scettico a riguardo. Sinner non è ancora considerato da una parte della critica ed è questa una sorta di beffa, considerando i grandi progressi mostrati negli ultimi mesi.

Il parere dell’esperto stronca Sinner, ecco chi è favorito

Gli esperti in campo tennistico hanno ancora molte riserve nei confronti del tennista italiano, c’è ancora un grande favorito nel corso della stagione. L’allenatore Tim Henman, ai microfoni di Sky Sport, ha fatto un po’ i pronostici per questo 2024 in campo tennistico e ha spiazzato gli appassionati. Il coach britannico non ha avuto dubbi: Novak Djokovic resta il campione da battere.

Un favorito contro Sinner
Novak Djokovic resta favorito per Henman (ansa foto) – tshot.it

La fiducia sul serbo resta ancora ai massimi livelli, nonostante abbia perso tre degli ultimi quattro incontri proprio contro Sinner. Djokovic è crollato in Australia e dovrà difendere la posizione numero uno nel ranking, Henman crede però molto nell’esperienza del campione e nella sua fame di riscatto: “Per me il serbo resta il tennista da battere, l’anno scorso ha vinto tre dei quattro tornei più importanti”.

Djokovic ha ammesso, per altro, di non aver giocato in Australia al massimo della forma e sta cercando di intensificare la sua preparazione. Non ha ancora comunicato quando rientrerà in campo e nei prossimi giorni definirà meglio il suo calendario dei match.

Il fattore anagrafico del serbo, in tutto ciò, resta però un aspetto da considerare, il 36enne dovrà dimostrare di saper incidere come un tempo. I nuovi talenti del tennis mondiale potrebbero ridargli nuovi stimoli secondo Henman: “Se Alcaraz e Sinner non avranno degli infortuni, si affronteranno spesso nei tornei più importanti. Per Djokovic, avere questo tipo di rivali può essere importante e stimolante”.

Impostazioni privacy