Juve formato Giuntoli: colpaccio alla Yildiz, è fatta

La Juve si muove con forza sul calciomercato alla ricerca di nuovi talenti che possano sbocciare nei prossimi anni. È pronto un nuovo colpaccio alla Yildiz

Il match contro il Frosinone non è stato solo l’occasione per portare a casa altri tre punti fondamentali per la classifica di Serie A, e quindi per tenere il passo dell’Inter in vetta, ma è stato anche il match che passerà alla storia per la prima grande affermazione di Kenan Yildiz con la maglia della Juve.

Juve, nuovo colpo alla Yildiz
Juve, nuovo colpo alla Yildiz (LaPresse) – tshot.it

Il fantasista turco ha un futuro brillante davanti a sé e caratteristiche non così comuni da trovare in giro. È bravo nell’assist, nella soluzione personale e nel cucire il gioco, per cui avere diversi profili come lui in tutte le zone del campo sarebbe un vantaggio niente male per la Vecchia Signora.

I bianconeri negli ultimi due anni hanno cambiato strategia: non più solo campioni già affermati per tentare di imporsi come uno dei maggiori club al mondo, ma si puntano soprattutto giovani di qualità e dal talento cristallino, in grado di rappresentare un patrimonio per la società, nel presente e nel futuro. Cristiano Giuntoli è il manifesto di questo piano sul calciomercato, anche per quello che è riuscito a costruire al Napoli negli anni e grazie a un fiuto per i calciatori, che l’ha sempre caratterizzato. Ora è pronto a mettere a segno un altro colpo di cui si parlerà a lungo, in Italia e non solo.

La Juve beffa il Bologna: decisivo il blitz a Podgorica per Adzic

Il talento in questione è Adzic, che compirà a maggio 18 anni e per questo dovrebbe arrivare alla corte di Allegri solo quest’estate nonostante la trattativa con il Buducnost Podgorica sia decisamente andata a buon fine.

Calciomercato Juventus, nuovo colpo
Juve, nuovo colpo in arrivo (LaPresse) – tshot.it

Si tratta di un trequartista che bene sa giocare tra le linee. Ma non è solo questo, esattamente come Yildiz, il montenegrino classe 2006, che ha anche già assaggiato la Champions League, può giocare anche come seconda punta, o persino da mezzala. In un primo momento verrà aggregato alla seconda squadra, ma solo per un iniziale ambientamento, anche perché è anche grazie a lui, che ha contribuito con sei gol e due assist in 23 partite, che lo scorso la squadra della capitale del Montenegro è riuscita a vincere il titolo nazionale. L’obiettivo è farlo diventare imprescindibile per il mister toscano, oltre che una nuova stella del firmamento bianconero.

Impostazioni privacy