Le parole gelano i tifosi: paura Sinner per il 2024

Jannik Sinner è il tennista maggiormente osservato, la stagione 2024 per il tennista italiano incomincerà con qualche brivido.

Il salto di qualità per Jannik Sinner è arrivato nei mesi scorsi spiazzando piacevolmente un po’ tutti gli amanti del tennis. Alcuni retroscena sono stati analizzati dai tanti tifosi dell’altoatesino, che tornerà in campo già a gennaio.

Paura Sinner per tifosi
Il tennista Jannik Sinner al centro delle attenzioni (ansa foto) – tshot.it

Il tennis mondiale sa di avere dei giovani campioni pronti a far sognare. Djokovic resta sempre il baluardo per età, vittorie e montepremi, la scia del serbo è seguita da giovani rampanti come lo spagnolo Carlos Alcaraz e soprattutto Jannik Sinner.

Il campione italiano tornerà in campo agli Open d’Australia di metà gennaio e limiterà le sue esibizioni. La sua forma fisica è monitorata, le parole del preparatore state analizzate con grande attenzione dai tanti tifosi italiani.

Sinner in difficoltà, cos’è successo

La crescita dell’altoatesino è stata evidente. Sinner è al quarto posto nel ranking Atp e il suo obiettivo sarà di arrivare almeno sul podio nei prossimi mesi. Una missione fattibile, la crescita di Sinner è innegabile ed è stata evidenziata anche dal suo preparatore Umberto Ferrara. Una figura importante nello staff del tennista, l’uomo dei muscoli ha saputo rivitalizzarlo al punto giusto. Le scelte fatte in questi mesi sono state importanti, Ferrara ha fatto una ammissione particolare: “Ho trovato un ragazzo abituato ad allenarsi ma che era in difficoltà”.

Paura Sinner, svolta nel 2024
Jannik Sinner alla battuta (ansa foto) – tshot.it

Il preparatore ha spiegato, ai microfoni di Studio Aperto, come Sinner aveva una cultura del lavoro comunque importante ma non era al massimo della forma. Ferrara ha fatto il punto della situazione: “Probabilmente per scelte di programmazione era arrivato dal punto di vista fisico in difficoltà e questa è stata la mia occasione. Mi hanno chiamato per andare in una determinata direzione non seguita in precedenza”. Ferrara ha così lavorato su Sinner e lo ha rimesso in forma. Il finale di stagione è stato travolgente e i meriti vanno anche suddivisi con lo staff senza dubbio.

La conquista della Coppa Davis e la finale agli Atp di Torino hanno confermato l’ottima qualità in campo di Sinner ma anche una forma fisica arrivata al massimo. Ferrara ha dato i giusti meriti al tennista italiano, ne ha lodato la professionalità e la sua buona volontà in ogni allenamento: “Ha una dedizione al lavoro, una semplicità e un approccio alle cose della vita molto onesto. È un piacere passare del tempo con lui anche al di fuori del tennis”.

Impostazioni privacy