“Mi preoccupa molto”: Sainz, ‘terremoto’ in Formula 1

Il pilota Ferrari ha rubato la scena in tutti i Gp in cui ha corso con la Rossa: le ultime dichiarazioni in relazione al suo futuro però preoccupano molto.

C’è tanta amarezza tra i tifosi. È stato a volte fin troppo vituperato e messo da parte, e di lui si è sempre parlato a sproposito senza dargli i giusti meriti. Oggi Carlos Sainz si sta prendendo la sua personale rivincita contro i vertici della Scuderia di Maranello che forse hanno sbagliato le loro valutazioni due mesi fa.

Sainz, terremoto in F1
Futuro Sainz, terremoto in F1 (Ansa) – Tshot.it

Sainz verrà sostituito nel 2025 da Lewis Hamilton. Al momento non si conosce la sua prossima Scuderia, né tantomeno il nome di chi diventerà il suo nuovo compagno di reparto. L’unica cosa certa è che il pilota madrileno continua a offrire performance importanti (tre podi su tre per lui fino a questo momento), degne di un pilota di prima fascia, perché, alla fine dei conti, lo è sempre stato sin dal 2021 quando la Rossa decise di puntare su di lui.

Futuro Carlos Sainz, il padre: “Sono preoccupato”

Che ci sia un po’ di preoccupazione da parte della famiglia del pilota per il futuro dopo la Ferrari, è anche piuttosto normale. Del resto, uno come Sainz merita una grande monoposto e un team che gli permetta di spiccare il volo. A Maranello ha avuto, e sta avendo, momenti molto brillanti, soprattutto in sella alla sua SF-24, ma è normale che voglia continuare su questa scia anche negli anni a venire.

Papà Sainz preoccupato per il futuro del figlio
Papà Sainz netto sul futuro del figlio (Ansa) – Tshot.it

Dove correrà insomma Carlos? Il suo nome è stato accostato a parecchie squadre importanti: in primis la Mercedes, con il padre Sainz Sr che ha avuto un dialogo importante con Toto Wolff. Poi non è da escludere nemmeno un ricongiungimento con Max Verstappen alla Red Bull qualora Sergio Perez non riesca a rinnovare il sodalizio con la Scuderia campione di tutto negli ultimi anni. Poi esiste anche la concreta possibilità che sia il primo pilota Audi, con la Scuderia tedesca che farà il suo esordio in pista nel 2025.

Insomma, tante opzioni sul tavolo, ma fin qui nessun passo concreto, anche perché i mesi passano e i timori non sono pochi. Lo dimostrano bene le recenti dichiarazioni di Carlo Sainz Sr, quattro volte trionfatore della Dakar e uno dei miti assoluti del rally. In merito al futuro del figlio, Sainz non ha usato giri di parole: “Lui è molto forte, ma al momento non è chiaro il suo futuro. Sono preoccupato”.

Impostazioni privacy