Sainz gela la Ferrari: dramma per i tifosi

Carlos Sainz ha spiazzato i tifosi della Ferrari nelle ultime ore, le dichiarazioni dello spagnolo portano a un nuovo caso.

Lo spagnolo Sainz disputerà l’ultima stagione con la Rossa prima dell’addio da svincolato, ma non per questo sarà meno tenace in pista. Il driver ha mostrato tutta la sua schiettezza e i giudizi non tranquillizzano gli stessi tifosi della Ferrari.

Sainz spiazza la Ferrari
Carlos Sainz svela cosa accade in Ferrari (LaPresse) – tshot.it

Il Gp del Bahrain è il primo grande appuntamento motoristico, dopo mesi di test e di presentazioni ufficiali per le nuove vetture. La Ferrari, nel corso di questa stagione, sarà chiamata sicuramente a fare meglio, bisognerà guardare avanti con fiducia per tentare di superare il terzo posto del 2023 conquistato nella classifica dei costruttori.

Charles Leclerc sarà il leader della Rossa (almeno finché non arriverà Hamilton), Sainz invece dovrà dare un senso a questo suo ultimo campionato in Ferrari. Lo spagnolo è rimasto deluso dalla mancata riconferma, ma anche da quanto è accaduto recentemente in pista.

Sainz fuori di sé, cos’è successo alla Ferrari

Il pilota spagnolo sta guidando la sua numero 55 con impegno, ma sa benissimo come la nuova SF-24 ha bisogno di un maggior rodaggio. Scontrarsi subito contro la Red Bull non sarà facilissimo, il team campione del mondo parte con grande vantaggio. Ed è proprio questo un dato che allarma Sainz: lo spagnolo ha ammesso lo strapotere avversario.

Cos'è successo a Sainz
Carlos Sainz analizza i dati della Red Bull (LaPresse) – tshot.it

Sainz non è stato così fiducioso per il cammino in questa stagione, la Ferrari soffrirà inevitabilmente contro la Red Bull. Un pensiero che emerge da quanto visto in pista e dai dati letti dal pilota, nei paddock Sainz ha commentato i numeri della Red Bull: “Vanno bene come velocità in curva e il loro basso degrado delle gomme, Saranno senza dubbio i favoriti. È come se fossero sei mesi davanti, se non proprio un anno rispetto agli altri”.

Un’ammissione spiazzante quella di Sainz. Il pilota spagnolo ha lodato il grande lavoro della Red Bull, pur sapendo come il team austro-inglese non lo valuterà come un eventuale erede di Sergio Perez per il 2025. Sainz penserà al momento solo a come comportarsi in pista, sfruttare la SF-24 è anche un modo per proporsi sul mercato in futuro: “In Ferrari al momento abbiamo un punto di partenza migliore rispetto a dodici mesi fa, ma questo non significa che saremo più competitivi”.

Impostazioni privacy