Scandalo arbitri in Serie A: “Scudetto da assegnare all’Atalanta”

Una rivelazione particolare spiazza un po’ i tifosi italiani con uno scudetto da assegnare all’Atalanta secondo un esperto.

L’Atalanta campione d’Italia rappresenterebbe il ritorno di una squadra provinciale sul tetto d’Italia, dopo le favole di Cagliari, Verona e Sampdoria. C’è chi avvicina i bergamaschi a un titolo in particolare, le ultime dichiarazioni sono tra le più seguite sui social partendo da un attacco agli arbitri.

Errori arbitrali penalizzano scudetto
L’Atalanta tirata in ballo per gli errori arbitrali (Lapresse) – tshot.it

Non è un periodo facile per i direttori di gara, criticati un po’ da tutte le parti. Quanto visto in campo ha fatto gridare allo scandalo i tifosi, ma gli errori sono arrivati in maniera bipartisan e dimostrano come ci dovrebbe essere una maggiore preparazione in campo.

Il Var sta diventando forse un alibi per non intervenire con decisione, la mancanza di sicurezza dei direttori di gara si fa sempre più evidente. E può anche riguardare le zone alte della classifica, tanto da mettere in mezzo i bergamaschi, lontanissimi dalla vetta in questa stagione ma che potevano ambire al titolo qualche anno fa.

Atalanta prima in Serie A, ecco i dettagli

Da una parte gli errori arbitrali, dall’altra invece la possibilità di vincere uno scudetto a Bergamo. È un discorso quanto meno singolare quello del giornalista Tancredi Palmeri che, intervenuto a Radio Napoli Centrale, ha fatto il punto della situazione. Ha fatto un po’ la storia recente del campionato, specificando come: “Dopo Calciopoli, gli errori arbitrali ci sono sempre stati in grande quantità. Dal 2016 al 2020 gli errori hanno deciso lo scudetto, che poteva esser vinto anche dall’Atalanta”.

Dettagli Atalanta campione d'Italia
Gian Piero Gasperini, tecnico degli orobici (LaPresse) – tshot.it

Palmeri ha specificato come il quinquennio che aveva visto la Juve trionfare è stato condizionato da qualche errore arbitrale di troppo. Ha aggiunto come per tre volte meritava il Napoli di vincere il campionato, una volta la Roma e una i bergamaschi. La polemica ha fatto infuriare i tifosi bianconeri, ben consapevoli come i titoli conquistati con Allegri (e l’ultimo con Sarri) siano stati il frutto del duro lavoro e di un dominio in Italia comunque evidente.

Tancredi Palmeri ha incuriosito in particolare per questo pensiero sull’Atalanta, che a suo dire poteva essere campione d’Italia nel 2020. È stata la stagione penalizzata dallo scoppio della pandemia, i bergamaschi fecero record su record e l’annata fu comunque molto dura per gli arbitri, ampiamente penalizzati da un regolamento che prevedeva rigori per ogni tocco di mano in area. Palmeri, infine, ha svelato – guardando a questo campionato – come potevano esserci ancora più soddisfazioni per il Bologna (che avrebbe quattro punti in meno per gli errori) e l’Udinese, in zona salvezza senza cinque punti fondamentali.

Impostazioni privacy