Schumacher, ha confessato: finalmente la verità sull’incidente

Le attenzioni su Michael Schumacher sono alte da parte dei tifosi e degli appassionati di Formula 1, un nuovo retroscena emerge a sorpresa

Michael Schumacher da dieci anni sta lottando per una battaglia ben più dura rispetto a quanto visto nelle piste di tutto il mondo. A far parlare ora è un altro tipo di incidente, analizzato da uno dei protagonisti dei motori.

Confessione su Schumacher
Michael Schumacher, la verità sull’incidente (ansa foto) – tshot.it

L’assenza di Schumacher dal mondo dei motori è difficile da colmare, l’ex pilota tedesco manca nei paddock e soprattutto agli appassionati. Sono trascorsi dieci anni dall’incidente a Meribel, la speranza di rivederlo un giorno in piena salute non ha mai abbandonato i tifosi.

Le notizie degli ultimi tempi hanno un po’ riacceso la speranza. L’ex pilota parteciperà al matrimonio della figlia Gina a Palma di Maiorca, non sono stati forniti però ulteriori dettagli su quali siano le reali condizioni di Schumi. A distanza di anni, emerge invece un retroscena alquanto particolare su uno degli incidenti che più hanno influito sulla sua carriera.

Incidente Schumacher: ecco cosa è accaduto. La rivelazione

Uno degli scontri che restano nella storia è tornato a galla proprio con un’intervista che sta diventando virale. Ai microfoni di F1 News è intervenuto un ex pilota molto discusso, tra i suoi più tenaci concorrenti in pista fra fine anni Novanta e il Duemila. La pagina dei ricordi riaffiora grazie alle dichiarazioni di David Coulthard sull’incidente a Spa.

Verità su incidente Schumacher
Schumacher e Coulthard (ansa foto) – tshot.it

Uno scontro che è rimasto nella storia, la tappa in Belgio nel 1998 è ancora tra le più riviste sui social. Coulthard andò a sbattere pesantemente Schumacher, la McLaren sul bagnato prese in pieno proprio contro la Rossa di Maranello: i due piloti furono costretti al ritiro con il tedesco che andò direttamente poi verso il paddock dell’avversario cercando di farsi giustizia. Il GP belga rimase nella storia, Coulthard ha ammesso come era stato semplicemente un incidente non voluto, non certo un modo per favorire il suo compagno Mika Hakkinen, che lottava per il titolo contro Schumacher.

L’ammissione dello scozzese non placa comunque i dubbi dei tifosi della Ferrari. L’episodio del 1998 è entrato nella storia, il rimpianto per i sostenitori della Rossa restano a distanza ormai di tanti anni. Coulthard ha chiarito la vicenda: “Non c’era l’intenzione di influenzare il campionato in alcun modo, la circostanza fu sfortunata con un errore di valutazione in condizioni difficili. Con la pioggia torrenziale gli incidenti del genere possono capitare, è semplicemente una questione di circostanze e tempismo”.

Impostazioni privacy