Schumacher, l’annuncio gela: “Problema significativo”

La situazione della Scuderia preoccupa tutti gli appassionati, le ultime parole di Schumacher non lasciano spazio a dubbi.

Il Mondiale di Formula 1 tornerà il prossimo 19 aprile in quel di Shanghai, segnando di fatto il ritorno in grande stile del Gran Premio di Cina che aveva fatto la sua ultima apparizione nel 2019. Sono passati quattro anni e la situazione è cambiata in maniera evidente. A vincere infatti quel Gp fu il pilota della Mercedes, e campione del mondo di quell’edizione, Lewis Hamilton.

"Problema significativo", annuncio gela tutti
L’annuncio gela tutti, parole chiare (LaPresse) – Tshot.it

Sembra passata un’era geologica: la Mercedes di Toto Wolff dominava in ogni dove, la Red Bull e la Ferrari erano in evidenti difficoltà e l’inglese giganteggiava assieme al compagno Valtteri Bottas (vice campione del mondo per due edizioni consecutive, 2019 e 2020) in quasi ogni Gran Premio.

Oggi quell’epoca si è chiusa definitivamente anche a causa di una monoposto, la W15, meno performante rispetto a quelle fabbricate in quegli anni. E proprio per questo motivo, il sette volte iridato ha deciso di dire addio alla Scuderia di Brackley accettando la corte della Ferrari. In merito alla situazione della Scuderia e di Hamilton, ha parlato l’ex pilota e oggi abile commentatore Ralf Schumacher, fratello di Michael e zio di Mick.

Crisi Mercedes, Ralf Schumacher non ha dubbi: “Hamilton ha un problema significativo”

La situazione in questo momento è assai critica per un motivo abbastanza intuibile: stiamo pur sempre parlando di una Scuderia gloriosa, quindi quel nono posto in classifica di Lewis fa storcere il naso a chiunque, persino ai tifosi Ferrari che lo accoglieranno a partire dal prossimo dicembre 2024. Ancora presto per tirare le somme di questa stagione, ma di certo i presupposti sono quelli che sono.

Ralf Schumacher netto sulla Mercedes
Ralf Schumacher parla di Hamilton (LaPresse) – Tshot.it

Insomma, la delusione è tanta e le colpe sono tanto da affibbiare alla monoposto quanto ai due piloti (sebbene George Russell, a parte qualche sbavatura come l’incidente a Melbourne, stia rispettando le aspettative di inizio stagione). A parlare della situazione dei tedeschi ci ha pensato uno che conosce bene la Formula 1, avendola vissuta correndo in tre Scuderie diverse (Jordan, Williams e Toyota).

In una intervista a Sky, il fratello minore di Michael Schumacher, Ralf, ha detto che la crisi della Mercedes è tutta da attribuire al fatto che Hamilton abbia la testa altrove. “Crisi Mercedes? È evidente che Lewis abbia proiettato la sua attenzione al 2025, il fatto che sia mentalmente altrove è un problema significativo da affrontare“.

Impostazioni privacy