Serie A in lutto: piange il Milan, gravissima perdita

Drammatico lutto in Serie A, se ne va un ex attaccante che ha fatto la storia delle giovanili del Milan.

Nel week end la Serie A è tornata a rubare la scena con le sfide della 32esima giornata. Tuttavia, a interrompere per un momento l’entusiasmo dei tifosi è stata una morte improvvisa e che ha colpito particolarmente una tifoseria.

Serie A e Milan in lutto, gravissima perdita
Milan in lutto, gravissima perdita (LaPresse) – Tshot.it

Stiamo parlando di quella del Milan, con la società che ha dato il triste annuncio a poche ore dal ritorno in campo della formazione di Stefano Pioli al ‘Mapei Stadium’ di Sassuolo. Lo stesso stadio in cui, nel 2022, i rossoneri conquistarono uno Scudetto atteso da più di dieci anni.

Ma quella di ieri non è stata una partita come le altre, è stato il match in cui si è ricordato un nome che tanto ha dato alla società rossonera negli ultimi anni come allenatore delle selezioni giovanili. Se n’è andato infatti alla giovane età di 52 anni Costantino Borneo, ex bomber e allenatore dell’U12 rossonera.

Milan: morto a 52 anni Costantino Borneo, ex centravanti rossonero

Non è mai facile dire addio a un membro importante della propria società, a un uomo che i colori del Milan ce li aveva tatuati nel cuore sin da quando era ragazzino. Costantino Borneo, 52 anni, allenatore in questa stagione della selezione Under 12 rossonera, è purtroppo deceduto a causa di una grave malattia.

Morto Costantino Borneo, ex centravanti delle giovanili del Milan
Morto Costantino Borneo, ex attaccante del Milan (LaPresse) – Tshot.it

Negli ultimi anni si era dedicato quindi ai giovani, ma in passato era stato uno dei talenti più promettenti dei rossoneri, che purtroppo non ha saputo rispettare le aspettative giocando con la maglia del Milan una sola partita. Era il 21 aprile 1990 e l’allora promettente attaccante delle giovanili incuriosì Arrigo Sacchi in occasione di una gara di Coppa Italia dove l’allenatore era solito cambiare i giocatori. Borneo esordì quindi in quella partita contro il Lecce che peraltro rese indimenticabile segnando uno dei goal della sfida.

Borneo entrò nella ripresa al posto di Daniele Massaro ed ebbe l’onore di giocare un tempo in uno dei Milan più forti di sempre, caratterizzato dalla presenza di quei tre olandesi (Van Basten, Gullit e Rijkaard) che rendevano tutto più semplice. Non ha potuto confermarsi in futuro con la maglia rossonera, ma quell’esperienza lo segnò a vita. Lasciato il Milan, il centravanti ha vissuto da protagonista la Serie C1 e C2, vestendo le maglie di Cremonese, Vis Pesaro, Viterbese, Sambenedettese, Lodigiani, Reggiana e Lucchese.

Impostazioni privacy