Sinner, il gesto non passa inosservato: coinvolto Berrettini

Jannik Sinner è sempre più trascinatore ma non ha dimenticato un campione in difficoltà come Matteo Berrettini.

Il gesto di Sinner è da apprezzare e fa discutere positivamente gli appassionati di tennis italiano e non solo. Il rapporto di amicizia tra i due resta un bel punto di riferimento da cui ripartire anche per il prossimo futuro.

Bel gesto di Sinner
Sinner vicino al suo amico (ansa foto) – tshot.it

La storia di Sinner e Berrettini è quella di due campioni che, almeno al momento, non riescono a trionfare insieme. Il tennista romano è stato finalista a Wimbledon nel 2021 prima di essere penalizzato dai tanti infortuni. Non ha esordito in stagione a causa dei problemi al piede, l’ultima sua gara risale ormai a sei mesi fa.

In quest’ultimo periodo è “esploso” invece Sinner. Ha conquistato la Coppa Davis con la Nazionale e ha poi brillato in solitaria nei tornei in Australia e in Olanda. È attualmente nella terza posizione del ranking Atp e farà di tutto anche per aiutare Berrettini, l’ultimo suo gesto conferma l’appeal tra i due tennisti.

Sinner da esempio, cos’è successo

Il tennis italiano ha due grandi campioni su cui contare, i tifosi vorrebbero vederli ben presto indossare la maglia azzurra insieme. Bisognerà pazientare ancora, al momento ci sono tanti passi da fare per un completo recupero. Resta però importante quanto fatto da Sinner, che si è allenato insieme a Berrettini: erano a Montecarlo e hanno così testato i loro riflessi reciproci in questo momento della stagione.

Berrettini aiutato da Sinner
Matteo Berrettini in allenamento con Sinner (ansa foto) – tshot.it

L’allenamento congiunto è servito a entrambi, Sinner ha provato i suoi colpi insieme a un amico importante, prima ancora che un collega. Il rapporto tra i due è cresciuto nel corso del tempo, The Hammer aveva sempre considerato Sinner come uno dei migliori prospetti del tennis italiano e ha avuto ampiamente ragione per quanto visto in campo. Allo stesso tempo, Sinner in queste settimane ha rincuorato Berrettini, che ha ammesso come sia stato onorato da questa vicinanza importante.

L’allenamento ne conferma il gran cuore di Sinner, che ha trasmesso la sua positività al romano. Berrettini usufruendo del ranking congelato per i tennisti che sono fuori per ko da sei mesi non avrebbe troppa fretta di tornare, vorrà recuperare al 100%. A metà marzo potrebbe valutare il ritorno in campo nel torneo di Phoenix oppure giocare nei Masters 1000 di Miami. Sinner sarà sempre al suo fianco, sperando ben presto di ricomporre questa coppia anche per difendere la Coppa Davis conquistata dall’Italia dopo 47 anni.

Impostazioni privacy