Marc Marquez, spavento Ducati: la MotoGP trema

Fa ormai parlare di sé da mesi Marc Marquez, il pluricampione di motociclismo che è passato in Ducati e che rischia di creare spaccature.

Sono mesi che gli appassionati di MotoGp e delle due ruote da competizione in generale parlano assiduamente di ciò che cambierà in vista del prossimo motomondiale. Ovvero il passaggio storico di uno dei migliori centauri in circolazione alla scuderia che ultimamente sta dominando più di tutte.

Marquez scombussolerà la MotoGP
L’approdo in Ducati di Marquez (Ansa) – Tshot.it

Marc Marquez a sorpresa ha accettato, già a fine 2023, l’offerta della Ducati. Ma la cosa più sorprendente è che lo spagnolo non correrà con la nuova moto d’ordinanza, quella destinata al campione del mondo in carica Pecco Bagnaia. Bensì si è accontentato di far parte del Gresini Racing, team familiare satellite della Ducati.

Marquez correrà con la Desmosedici dello scorso anno, ma nonostante questo ruolo teoricamente secondario lo spagnolo ha detto sì. Ha voluto questa nuova avventura dopo dieci anni di successi e dolori alla Honda ed è entusiasta di ricominciare. Anche se, chi lo conosce bene, sa bene che Marquez potrebbe creare da subito spaccature e stravolgimenti in Ducati.

Marquez spaventerà la Ducati: la confessione dell’ex compagno di team

A commentare in maniera schietta la scelta di Marc Marquez e le ambizioni dello spagnolo è stato un suo ex compagno di team, un altro pilota che lo conosce molto bene. Ovvero Efren Vazquez, attuale collaudatore KTM per la Moto3, ma in passato compagno di box ai tempi del CEV.

gli effetti del cambio di scuderia di marquez
L’ex compagno parla dell’ambizione di Marquez in Ducati (Ansa) – Tshot.it

Come riportato da Mow Mag, Vazquez ha parlato proprio della voglia di vincere di Marquez, ricordando anche gli albori della sua carriera: “Un pilota dall’ambizione disumana. Andare dove è andato, in squadra con suo fratello e in un garage a conduzione familiare, come si suol dire, dimostra tantissimo della sua personalità”.

Il collaudatore spagnolo mette in guarda la Ducati, visto che non sarà facile tenere a bada l’ambizione ed il ‘cannibalismo’ su pista di Marquez: “Vincerà delle gare e staremo a vedere. In Ducati potrebbero spaventarsi subito. Del suo livello vedo solo Pedro Acosta”.

Staremo a vedere cosa accadrà. Intanto l’attenzione è tutta sul weekend 8-10 marzo prossimi, quando scatterà finalmente il motomondiale 2024 con il primo gran premio del Qatar.

Impostazioni privacy